1^-La Castelluccese stupisce ancora: 2-1 con il Pettineo e vetta più vicina

La matricola biancorossa condanna al primo stop stagionale gli avversari: a segno, per gli ospiti, Rivilli e Paone su rigore dopo il momentaneo pari locale di Signorello
 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 121 volte
Fonte: A.C.R Castelluccese
1^-La Castelluccese stupisce ancora: 2-1 con il Pettineo e vetta più vicina

Dopo 90' intensi e ricchi di emozioni, la Castelluccese si aggiudica il derby in casa del Pettineo per 2-1, un match maschio, ma sostanzialmente corretto, caratterizzato, però, dall'avvilente cornice degli spalti deserti.

Partono meglio i padroni di casa, che provano ad impensierire Franco già al 4' con la conclusione di Greco dalla distanza e al 6' con Cilluffo che, da posizione defilata, calcia a lato. Giusto un giro di lancette, però, e la Castelluccese passa in vantaggio: sul corner battuto da Viglianti, Veneroso, appostato sul secondo palo, rimette la palla in mezzo per l'accorrente Rivilli che, di testa, batte l'incolpevole Musumeci. Passano 10 minuti e il Pettineo trova il pari: Signorello è bravo a difendere palla e dal limite trova l'angolino basso alla destra di Franco. Al 25' la Castelluccese rimette la testa avanti: un febbricitante Paone capitalizza al meglio il calcio di rigore concesso dal direttore di gara per il fallo commesso da Tarantello su Rinaldi. Il Pettineo non sembra in grado di reagire al nuovo svantaggio e al 32' rischia nuovamente di capitolare: solo la bravura dell'estremo difensore biancoazzurro nega la gioia del gol a Vecchio. Passano solo due minuti ed è il montante destro della porta difesa da Musumeci a salvare i padroni di casa, sull'inzuccata di Madonia.

La ripresa offre meno spunti di cronaca. Tutte le trame offensive del Pettineo appaiono sterili e gli unici pericoli dalle parti di Franco arrivano da calci piazzati affidati al piede di Tumminello. A rendere ancor più complicata la gara del Pettineo anche l'ingenuità di Signorello che, già ammonito, colpisce volontariamente la palla con le mani, guadagnandosi anzitempo la via degli spogliatoi. La Castelluccese appare particolarmente determinata e, nonostante la clamorosa espulsione di Rivilli, riesce a difendersi con ordine e a costruire, ripetutamente, pericolosissime occasioni da gol. Al 32' è ancora Musumeci a deviare sulla traversa una punizione calciata da Paone; qualche minuto più tardi è sempre il numero 1 pettinese, in uscita, ad opporsi alla conclusione di Viglianti che, allo scadere, da buona posizione, conclude sul palo. Al triplice fischio, giustificato entusiasmo nell'entourage biancorosso per un risultato che, a una giornata dal giro di boa, regala uno sbalorditivo secondo posto a due soli punti dalla vetta. Per una matricola che aveva come obbiettivo dichiarato di inizio stagione la salvezza, davvero niente male.

PETTINEO-CASTELLUCCESE 1-2

Pettineo: Musumeci, Cilluffo, Cianciolo( 46' Scimone), D'Agostaro, Tarantello, Belbruno, Tripoli, Cannizzaro( 60' Pitti), Signorello A., Tumminello, Greco; Signorello R., Spata, Mazza, Morrone, Manerchia.
Castelluccese: Franco, Madonia, Martorana, Melidone, Tita A., Veneroso, Paone, Rivilli, Vecchio, Rinaldi, Viglianti; Azzolina, Mammana, Randazzo, Tita V., Murgia, Corpora, Iudicello.
Marcatori: 7' Rivilli (C), 17' Signorelli A., 25' (rig.) Paone (C)
Arbitro: Hawkson di Palermo