1^-Pro Falcone, Leone: "Siamo andati oltre le aspettative"

I giallorossi devono ribaltare il ko per centrare la finale e l'eventuale salto di categoria. L'allenatore-giocatore chiede strada all'Atletico Messina per portare un'altra messinese in Promozione
21.05.2019 15:38 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
1^-Pro Falcone, Leone: "Siamo andati oltre le aspettative"

Rammarico per la sconfitta ma fiducioso in vista della semifinale di ritorno. Il 3-2 subito al “Despar Stadium” contro l’Atletico Messina lascia aperta la qualificazione per la finale di Coppa Sicilia, ma il Pro Falcone è chiamato a ribaltare il risultato tra le mura amiche. Basterà l’1-0, ma servirà anche maggiore precisione in fase offensiva: “Peccato di aver interpretato male il secondo tempo. Il nostro momento migliore è stato nel primo tempo, quando abbiamo avuto due-tre occasioni per segnare e non ci siamo riusciti, ma è un difetto che ci portiamo da tutto l’anno. Riusciamo a creare, giochiamo bene per la categoria ma davanti non riusciamo a finalizzare, poi commettiamo qualche errore e le squadre avversarie ci puniscono”, ha commentato l’allenatore-giocatore Tonino Leone che, adesso, spera nella sfida interna per conquistare una finale che potrebbe anche dire Promozione. Dopo il ko nella finale play-off contro il Merì, il Pro Falcone ha ancora una chance per ottenere il salto di categoria.

“Abbiamo dimenticato la sconfitta con il Merì, ma anche lì abbiamo fatto una grande gara. Siamo una squadra giovane, puntiamo al salto di categoria ma non era stata allestita per questo. Siamo qui, ci stiamo divertendo e ci proveremo, sperando di arrivare fino in fondo. Domenica mi aspetto una gara come quella di andata, tra due squadre alla pari. Hanno vinto loro che sono riusciti a sfruttare al meglio gli errori che abbiamo commesso, mentre noi, pur arrivando un paio di volte davanti al portiere, non le abbiamo concretizzate”, ha aggiunto mister Leone, autore dell’ultimo rigore del match (4 in tutto) e che tiene ancora in bilico la qualificazione.

Per sperare nella Promozione, però, i giallorossi devono anche tifare Città di Comiso che, già promosso dopo la vittoria del campionato, lascerebbe strada libera al Pro Falcone come eventuale seconda finalista. E il 3-1 esterno dei ragusani contro il Resuttana San Lorenzo è già un buon risultato: “Faccio il tifo per la mia squadra, sperando che l’Atletico Messina venga in vacanza da noi – ha continuato il tecnico - in modo da portare un’altra squadra messinese in Promozione. Ho visto le altre due avversarie e il Comiso ha una squadra oltre categoria, fatta per vincere, con spese enormi. Loro ambiscono al double, mentre l’Atletico ha già fatto e spero che adesso tocchi a noi”.

Sarebbe un traguardo importante e di grande prestigio per il club tirrenico ma anche per lo stesso Tonino Leone, classe 1980, alla prima esperienza da allenatore: “Sono passato dall’altro lato e ho trovato cose positive e altre che non mi sono piaciute. Ho un gruppo di ragazzi con cui ho potuto lavorare, volevamo una salvezza tranquilla e migliorare il settimo posto dell’anno scorso, ma siamo andati oltre le più rosee aspettative. Con un po’ di fortuna in più e senza alcune difficoltà, avremmo anche potuto fare meglio, ma ad esempio ci mancavamo quattro ragazzi che hanno trovato lavoro e da un mese non sono più con noi. Sono contento per loro ma la squadra paga le assenze di quattro giocatori che, durante il campionato, sono stati i più presenti”.