2^-Saponarese, ko interno con il Mistretta. Midiri: "Accettiamo la sconfitta"

Cacciato e Maniaci gli autori delle reti della formazione ospite, che vince 2-0 e scavalca in classifica proprio gli avversari
 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 497 volte
Giuseppe Midiri
Giuseppe Midiri

Si ferma in casa, dopo due risultati utili, la Saponarese, sconfitta 2-0 dal Città di Mistretta che, invece, conquista così il secondo successo consecutivo.

Partita ricca di emozioni ma l'impatto alla gara della squadra locale non è dei migliori e, infatti, già dai primi minuti il Mistretta fa gioco, mentre la Saponarese cerca solo di difendersi e ripartire in contropiede, sfiorando il vantaggio con Salvatore Giunta, ma l'attaccante, invece, di calciare in porta, la mette in mezzo dove non  c'è nessun compagno che raccolga l’assist pronto a deviare in rete la sfera. E questa è l'unica occasione per i locali nel primo tempo e, infatti, alla mezzora sono gli ospiti a passare in vantaggio grazie a un rimpallo vincente e un tiro dai 25 metri di Cacciato che si insacca alle spalle dell'incolpevole Cambria che può solo guardare il pallone che finisce all'incrocio dei pali. Non c’è reazione e sono ancora gli ospiti a raddoppiare allo scadere del primo tempo grazie a una rimessa laterale sulla quale la retroguardia della Saponarese si fa trovare impreparata e il Mistretta si porta sullo 0-2 con Maniaci, lesto a ricevere e insaccare la palla facilmente.
Mister Midiri cambia nel secondo tempo inserendo forze fresche che hanno un impatto positivo sulla gara: i locali collezionano ben quattro palle gol ma la porta sembra stregata con Giunta che, da solo da pochi passi, calcia fuori, e un attimo dopo Currò sciupa di testa davanti al portiere. Finisce così 0-2 che condanno la Saponarese al ko interno contro un buono Mistretta che non ha rubato nulla.

“Non si può sempre prendere gol per errori nostri e non possiamo pensare ogni volta di dover recuperare o ribaltare la situazione”, ha commentato il tecnico biancoazzurro Giuseppe Midiri. “Lo 0-2 ci ha tagliato le gambe, anche se c’era un fallo su un nostro giocatore ma l'arbitro ha fatto continuare. Ma c'è stato un errore  imbarazzate  da parte nostra, perché non si può prendere gol da una rimessa laterale. Comunque, non voglio trovare alibi – ha continuato l’allenatore - accettiamo la sconfitta, ma dobbiamo continuare a lavorare durante la settimana concentrati e uniti fino alla fine, perché il lavoro paga sempre. Faccio i complimenti al Mistretta per la vittoria. Come ho detto dall'inizio della stagione ai miei ragazzi, non è un campionato facile, non ci sono squadre materasso,ma sono tutte attrezzate per fare bene, tutti possono vincere o perdere con tutti. Sarà una bella lotta fino alla fine, adesso faremo un esame di coscienza e ripartiamo lavorando sugli errori commessi cercando di evitarli”.