3^-Città di Francavilla, Ferrara: "L'ultima gara deciderà il campionato"

A lungo in vetta e, adesso, costretta a rincorrere (in attesa del giudice sportivo), la squadra giallorossa non nasconde le proprie ambizioni e punta diretta al salto di categoria
05.02.2020 10:43 di Elisagiusi Celestini   Vedi letture
3^-Città di Francavilla, Ferrara: "L'ultima gara deciderà il campionato"

Sono 25 i punti del Città di Francavilla, ma il Real Rocchenere, a quota 23, attende il responso del giudice sportivo dopo la sospensione della gara contro il San Paolo: è questa la situazione dopo la decima giornata del girone B messinese di Terza categoria: "Siamo partiti con una striscia di otto vittorie consecutive - ha commentato il tecnico giallorosso Carmelo Ferrara - e abbiamo avuto un calo per lo più mentale nelle ultime due gare. Nel calcio ogni partita ha la sua storia e bisogna sempre essere al top per vincere una gara. Siamo sicuramente contenti dell’andamento avuto nella prima parte di stagione anche se abbiamo un po’ di rammarico per via degli infortuni che ci hanno decimato negli ultimi quindici giorni".

Una stagione, quella attuale, improntata sin dall'inizio per essere vissuta al vertice ed è proprio questo l'intento di mister Ferrara: "La società ha costruito una squadra di categoria superiore. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di ottenere la promozione diretta. Abbiamo rinunciato al ripescaggio pur avendo i requisiti necessari proprio perché da troppo tempo a Francavilla manca la vittoria di un campionato, visto che l’ultima volta è accaduto nel 2007 in un campionato di Seconda categoria quando io stesso ero calciatore. Il gruppo è forte e sicuramente lotterà fino alla fine per ottenere l'ambito traguardo".

Le ultime due giornate hanno rallentato la marcia spedita del club giallorosso, reduce da una sconfitta con il Rocchenere, diretta avversaria per il salto di categoria e un pareggio in casa dell'Agrillea: "Premettendo che non voglio creare alibi ai calciatori e non mi interessa nulla di arbitri, noi come club pretendiamo direttori di gara all’altezza della situazione, almeno per la partite di cartello, perché anche nell'ultimo match si è riproposta una situazione imbarazzante. La società si farà sentire in federazione per il corretto svolgimento dell’intero campionato. Ritornando al calcio giocato, nelle recenti gare abbiamo pagato le numerose assenze per infortuni. Abbiamo perso lo scontro diretto contro il Rocchenere due settimane fa subendo solo un tiro in porta e nella gara con l'Agrillea è successa la stessa cosa. I nostri attaccanti stanno vivendo un periodo di appannamento che presto passerà. Le flessioni nell’arco di un campionato possono capitare e sono contento che sia successo adesso che abbiamo ancora davanti tante partite che permettono di poter recuperare il piccolo distacco che abbiamo dalla vetta. Nell’ultima giornata avremo lo scontro diretto in casa che a mio avviso deciderà le sorti di questo campionato".