3^-Cus Unime, Centorrino: "Abbiamo fatto vedere di che pasta siamo fatti"

Il bomber, mattatore della finale playoff contro l'Atletico Pagliara, non nasconde l'entusiasmo: "Promozione meritata, siamo sempre stati preparati sotto tutti i punti di vista"
13.06.2018 10:12 di Gregorio Parisi Twitter:   articolo letto 565 volte
Il momentaneo 2-0
Il momentaneo 2-0

Vice capocannoniere nel comitato messinese di Terza categoria ma assoluto MVP dei playoff: è la doppietta di MirkoAlessio Centorrino a spianare la strada al Cus Unime verso la promozione in Seconda con due reti di pregevolissima fattura che aiutano il team di Smedile a superare in finale 4-1 l'Atletico Pagliara. Una vittoria "meritata, perché già da inizio anno - spiega ai nostri microfoni il bomber degli universitari - ci siamo sempre allenati tre volte a settimana. Siamo sempre stati preparati sotto tutti i punti di vista, e la differenza atletica con il Pagliara si è vista anche in campionato, tra andata e ritorno; per assenza di cinismo erano gli unici, oltre al Casalvecchio, contro cui non avevamo vinto, ma ci siamo rifatti".

Un bottino di trentaquattro reti nelle ultime due stagioni regolari (14 lo scorso anno con la maglia dell'Sc Sicilia e 20 in quella terminata un paio di settimane fa), cui si aggiungono una punizione al bacio e un destro potente e preciso in finale (immortalato nella foto di Laura Crupi), utili a testimoniare che Centorrino in questa Terza ci sta stretto: "Spero di dare il mio contributo anche il prossimo anno in Seconda, mister, società e compagni hanno meritato questa promozione. A livello personale cerco sempre di crescere, non smetto mai di imparare". Una nota di merito di particolare importanza va data anche a Roberto Smedile, che dalla panchina ha costruito abilmente l'impalcatura di questa squadra, regalandole un impianto di gioco validissimo: "Siamo stati abituati a giocare sempre palla a terra - prosegue Centorrino -, i primi 15 minuti di finale li abbiamo giocati male a palla lunga, poi ci siamo sciolti facendo vedere di che pasta siamo fatti. Abbiamo vinto meritatamente".