Cus Unime in Seconda categoria: 4-1 al Pagliara e festa al "Bonanno"

Gli universitari di Smedile salgono di categoria grazie alla doppietta di Centorrino e ai centri di Alessi e Iacopino. Non basta Cisco alla matricola di Spadaro, che si ferma sul più bello
09.06.2018 16:02 di Gregorio Parisi Twitter:   articolo letto 3163 volte
Cus Unime in Seconda categoria: 4-1 al Pagliara e festa al "Bonanno"

Cala il sipario sulla Terza categoria messinese con la finale playoff che vede di fronte, al Bonanno, Cus Unime e Atletico Pagliara. Gli universitari di Smedile, secondi in campionato dietro la schiacciasassi Casalvecchio, ricevono la visita di una squadra classificatasi quarta nella stagione regolare, ma che in semifinale ha giocato un brutto scherzo al Real Zancle, andando a vincere una gara pazzesca al Gescal contro i ragazzi di Fiorentino. Arbitra il signor Naccari.

La cronaca
Primo tempo: Buona cornice di pubblico per la finale. Nella tribunetta del Bonanno presenti anche i tifosi ospiti, il cui capitano oggi è l'eterno bomber Rinati anziché Salvo La Rocca. Primi minuti senza emozioni, il Pagliara prova a fare la gara ma senza riuscire a creare pericoli. Lampo cussino all'8' con Alessi, ben imbeccato dalla destra, che cicca però la palla al momento della conclusione. Al 13' mani al limite di Gugliotta e punizione da posizione pericolosa per i padroni di casa: Centorrino con il destro scavalca la barriera e batte Interdonato per il vantaggio Cus. Sulle ali dell'entusiasmo Iamonte prova una conclusione quasi impossibile dall'out di destra dopo una bella azione corale, palla alta ma il Cus sembra aver preso fiducia. Al 18' ancora Centorrino ci prova di testa, palla che termina alta. Un po' imballato ora il Pagliara dopo un inizio promettente, Carnabuci non trova velocità e davanti La Rocca e Rinati non riescono a dialogare come al solito. Tocca al 10 ex Roccalumera scaricare la tensione con un tiro senza pretese che finisce largo al 20'. È solo un fuoco di paglia, però, perché al 23' Centorrino torna protagonista con un altro bellissimo gol, un destro di prima intenzione sugli sviluppi di un corner che batte Interdonato per il 2-0. Ancora Cus al 26' con Alessi che dal limite alza troppo la mira. Troppo timida la reazione degli uomini di Spadaro che si concretizza nuovamente con una conclusione larga di La Rocca alla mezz'ora. Bene ancora invece i padroni di casa che si vedono respinte due botte pericolose in ottanta secondi, prima con Alessi e poi con Papale. In difesa invece ottimo Occhipinti, finora perfetto su Rinati. Al 40' Parisi tocca il suo primo pallone uscendo bene su un lancio indirizzato verso Carnabuci che, però, viene anticipato bene dall'estremo difensore degli universitari. Tre minuti dopo arriva il tris del Cus, ed è un gioiello di Mirko Alessi: il numero 24 scatta su lancio al bacio di Tiano e, con il destro, trova un lob che si insacca sul secondo palo sorprendendo Interdonato. C'è ancora tempo per un tentativo di Centorrino dopo una punizione di Iamonte, con Interdonato che risponde presente, e per la risposta del Pagliara affidata a un destro alto di Scarci. Il primo tempo termina con un netto 3-0 dopo due minuti di recupero, Cus avanti con merito all'intervallo. 

Secondo tempo: Si riparte senza cambi. Prova a farsi vivo il Pagliara prima con Carnabuci che trova un difensore sulla propria traiettoria e poi, subito dopo, con un cross di Di Bella che viene allontanato con un po' di fatica dalla retroguardia di casa. L'iniziale sfuriata, seppur solo accennata, non ha esiti concreti e, anzi, è il Cus a portarsi in avanti pericolosamente con Alessi che in equilibrio precario non dà forza alla sfera al 13'. È ancora il numero 24 di Smedile a tentare la conclusione al 18' con Interdonato che in due tempi blocca. La gara chiaramente risente, oltre che del punteggio netto, anche del forte sole che picchia sul Bonanno dopo l'acquazzone iniziale. I ritmi non sono elevati ma al Cus va benissimo così. Al 21' La Rocca insacca il gol della bandiera che però viene annullato per un fuorigioco apparso netto. Occasionissima al 24' per Centorrino che sfiora la tripletta mandando alta la sfera su un cross da sinistra di Vermiglio. Al 25' la gara si riapre con Cisca, in campo da un paio di minuti, che insacca dopo una respinta di Parisi su La Rocca. È il 3-1 che potrebbe riaprire la finale, ma il Pagliara non riesce a dar seguito alla rete e al 36' ringrazia il riflesso di Interdonato che nega la tripletta a Centorrino. Al 38' occasione per il poker con il bomber cussino steso in area da Allegra, ammonito. Dal dischetto Iacopino spiazza Interdonato: è 4-1 e promozione praticamente in ghiaccio per il Cus Unime. Al 41' Ingalis perde la testa e macchia una partita correttissima con un intervento che gli costa il cartellino rosso. Nel marasma ne fa le spese anche Allegra che si scontra verbalmente con l'arbitro e viene espulso. Non si è praticamente giocato dopo l'espulsione. Concessi cinque minuti di recupero che serviranno solo per certificare ulteriormente la vittoria del Cus su un Pagliara che ha disputato un campionato enorme da matricola. Finisce così, 4-1 e Seconda categoria per un Cus che ha mostrato sul campo il proprio valore. Onore delle armi agli sconfitti, in giornata fortemente negativa ma autori di una grande stagione.

Cus Unime - Atletico Pagliara 4-1
Marcatori: 13' pt e 23' pt Centorrino, 43' pt Alessi, 25' st Cisca (AP), 38' st rig. Iacopino

Cus Unime: Parisi, Di Mauro, Occhipinti, Iacopino, Papale (15' st Sottile), Tiano (31' st D'Amore), Vermiglio (26' st Rizzo), Alessi, Vinci, Iamonte (40' st Lombardo), Centorrino (47' st Oliva). A disposizione Battaglia, Arena. Allenatore Smedile.

Atletico Pagliara: Interdonato, Gugliotta, Di Bella, A.Garufi, S.Garufi (31' st Giliberto), Pacher (23' st Cisca), Carnabuci (4' st Ingalis), Allegra, Rinati, La Rocca, Scarci. A disposizione Spadaro, Annone, Puliatti, D'Ali. Allenatore Spadaro.

Arbitro: Andrea Naccari di Messina
Assistenti: Todaro e Fiore di Messina

Ammoniti: Pacher (AP), Alessi (C), Centorrino (C), Gugliotta (AP), Allegra (AP), Sottile (C)
Espulsi: 41' st Ingalis (PA), 41' st Allegra (PA).