Cocuzza ci prova, ma l'Ercolanese ferma il Messina sull'1-1

Non basta il rigore del capitano giallorosso nel primo tempo: i campani pareggiano nella ripresa con Prisco. Terzo risultato utile consecutivo per i giallorossi di Modica
 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 6042 volte
Cocuzza ci prova, ma l'Ercolanese ferma il Messina sull'1-1

È Pezzella l'uomo scelto da Giacomo Modica per sostituire Migliorini nel cuore del centrocampo del Messina che, al Solaro di Ercolano, vuole provare a dare continuità alle ultime due vittorie. Panchina quindi per Bossa e conseguente conferma in attacco per il '99 Mascari, uno dei quattro under insieme al confermatissimo Meo, Lia e Polito, che scende in campo con Cozzolino che si accomoda in panchina. Maglia granata per l'Ercolanese, divisa biancoscudata per l'Acr.

La cronaca
Primo tempo
: Inizio di marca ospite con Cocuzza che cerca in mezzo Mascari, ma il traversone morbido è bloccato da Mascolo. I padroni di casa replicano portandosi in avanti sulla destra e guadagnando il primo corner del match, senza esito. Nessun brivido particolare nei primi otto minuti di gara, due angoli a uno per i padroni di casa. Proprio dopo il piazzato per il Messina riparte il contropiede rapido dell'Ercolanese che va al cross con Rossi ma Lia ribatte. I giallorossi si fanno pericolosi dalle parti di Mascolo con Lavrendi che supporta l'azione offensiva sulla destra di Lia, la conclusione però termina alta di poco. Bene il Messina che sta crescendo. Ancora sulla destra sfonda il Messina con Maiorano che al 14' trova Mascari, colpo di testa sporcato da Poziello e azione che sfuma. Il centinaio di tifosi giallorossi presenti sugli spalti del Solaro espone intanto uno striscione per Gabriele Sandri, il tifoso di cui ieri ricorreva il decennale della morte. Al 21' Rosafio conferma l'ottimo stato di forma, trivela in mezzo per Mascari che viene travolto da Rossi: è calcio di rigore e ammonizione per il difensore campano. Dal dischetto Cocuzza spiazza Mascolo per il vantaggio giallorosso. Squillante prova a cambiare qualcosa e inverte gli esterni di attacco. La risposta di casa tarda ad arrivare, Tedesco non impensierisce Meo, che nel frattempo è stato ammonito dal fischietto fiorentino Simone Galipò per perdita di tempo. Ancora Messina al 31' con Rosafio, incontenibile, che centra per Cocuzza che batte Mascolo, ma il capitano messinese si trovava in fuorigioco. Tre minuti dopo Costantino di testa non sorprende Meo: primo vero squillo di casa dopo il vantaggio di Cocuzza. Risposta immediata con Rosafio, ancora lui, che con il mancino impegna Mascolo. Bene l'esterno giallorosso, tra i più positivi nei primi 36 minuti di gioco. Occasionissima Ercolanese al 39': Costantino colpisce male di testa da corner e manda alto, ma il calciatore campano era in ottima posizione. Pericolo scampato per la squadra di Modica che adesso deve opporsi alla squadra di casa, che negli ultimi minuti sta mostrando segnali di crescita. La pressione campana non produce nessun pericolo concreto nei minuti che portano fino al 45'; Galipò assegna un minuto di recupero, nel corso del quale la cerniera difensiva giallorossa composta da Bruno e Manetta continua a respingere i tentativi di casa. Si arriva al 46' senza ulteriori brividi e un buon Messina conclude in vantaggio il primo tempo grazie al rigore siglato da Salvatore Cocuzza al 21'.

Secondo tempo: Si ricomincia con due cambi per i padroni di casa. Mister Squillante mescola le carte inserendo Rekik e Prisco con Arciello e Fontana che restano negli spogliatoi. Subito pericolosissima l'Ercolanese con una doppia traversa, la prima di El Ouazni che però colpisce con la mano: il 9 campano era stato ammonito per simulazione nel primo tempo, Galipò estrae il secondo giallo e il Messina giocherà l'intera ripresa in superiorità numerica. Il rosso non cambia i piani di casa, i vesuviani continuano a macinare gioco alla ricerca del pari, Messina contratto nei primi cinque minuti. Prisco sembra aver dato più opzioni offensive all'Ercolanese che prosegue nelle sue manovre offensive. Il Messina si fa vivo all'11' con Rosafio che, su corner di Lavrendi, non riesce però a rendersi pericoloso. Primo spunto offensivo giallorosso nella ripresa, anche se i padroni di casa si riportano subito avanti, trovando l'opposizione biancoscudata. La sfuriata granata del primo quarto d'ora non ha dato frutti concreti e il Messina si riorganizza anche in zona offensiva dopo avere contenuto bene, trovando sempre in Rosafio una delle principali spine nel fianco per la retroguardia locale. L'esterno al 17' serve Mascari che però si trovava in offside. Al 20' tocca a Maiorano scaldare da lontano i guantoni di Mascolo, che para la conclusione del centrocampista giallorosso. Squillante effettua altri due cambi in particolare sulla sinistra, con Fusco che rileva Esposito per arginare la giornata positiva della corsia destra messinese, composta da Lia e Rosafio. Colleziona corner l'Ercolanese che al 22' batte l'ottavo della sua partita, al centro viene cercato ancora Costantino che impatta male. Pochi secondi dopo Tedesco viene pescato in profondità in sospetto offside, Bruno lo stende e riceve il secondo giallo: squadra adesso in dieci contro dieci. Sulla seguente punizione proprio di Tedesco, il numero 11 campano trova la testa di Prisco che, al 25' batte Meo per il pari dell'Ercolanese. Prova a correre ai ripari Modica che inserisce Colombini per Cocuzza. Al 27' due palloni messi in mezzo dal Messina e allontanati dalla retroguardia di casa, i giallorossi provano una reazione dopo due minuti terribili in cui l'Ercolanese è riuscita a ristabilire parità numerica e di risultato. Il Messina alla mezz'ora sfrutta ancora il suo uomo più pericoloso di oggi, Rosafio, che ispira Lia, palla verso Mascari, anticipato. Il numero 7 adesso agisce dietro Mascari nel 4-3-1-1 organizzato da Modica, contro l'ordinato 4-4-1 di Squillante. Il gol ha scosso il Messina che torna a farsi presente dalle parti di Mascolo, anche senza creare particolari grattacapi all'estremo difensore campano. Al 37' Lia riceve da Maiorano, bravissimo nel vedere il compagno smarcato, il tiro del terzino viene però ribattuto dalla difesa di casa. Cresce ancora la squadra giallorossa. Ancora super Rosafio nel Messina: riceve da Lavrendi, arriva a tu per tu con Mascolo, solo corner per Galipò, il contrasto però secondo la panchina giallorossa era da penalty. L'arbitro toscano espelle dalla panchina Bucca, colpevole di toni evidentemente poco signorili per la decisione del fischietto. Il corner seguente non porta a nulla di concreto. Vengono concessi cinque minuti di recupero. Torna a farsi viva la squadra di casa con Prisco, Manetta lo contiene in corner. Ottima la prova del centravanti di casa, entrato nella ripresa e bravissimo a dare peso all'attacco campano. Ultime mosse per Modica che a pochi secondi dal finale inserisce anche Ragosta e Carini per Rosafio e Mascari. Non c'è però più margine per ulteriori cambiamenti, finisce 1-1: dopo due belle vittorie il Messina coglie un buon pari su un campo difficile grazie a una prestazione di carattere.

Ercolanese-Messina 1-1
Marcatori: 21' pt rig. Cocuzza, 25' st Prisco (E)

Ercolanese: Mascolo, Rossi, Esposito (18' st Fusco), Costantino, Pastore, Poziello (18' st Giacobbe), Arciello (1' st Rekik), Fontana (1' st Prisco), El Ouazni, Vitiello, Tedesco (35' st Varchetta). A disposizione Buoniconti, Todisco, Platone, Minopoli, Giacobbe. Allenatore Luigi Squillante
Messina: Meo, Lia, Polito, Pezzella, Manetta, Bruno, Rosafio (49' st Ragosta), Maiorano (44' st Mariani), Mascari (49' st Carini), Cocuzza (26' st Colombini), Lavrendi. A disposizione Gagliardini, Bucca, Cozzolino, Bossa, Bonadio. Allenatore Giacomo Modica

Arbitro: Simone Galipò di Firenze
Assistenti: Giovanni Dell'Orco di Policoro e Antonio Signore di Venosa

Espulsi: El Ouazni (E) al 2' st, Bruno (M) al 23' st, Bucca (M) dalla panchina
Ammoniti: El Ouazni (E), Rossi (E), Meo (M), Polito (M), Bruno (M)