Atl.Messina, Portovenero: "Speriamo di vincere". Princi: "Buon approccio"

I biancoazzurri debuttano in campionato con un poker sul Calatabiano, conquistando la terza vittoria in tre gare, Coppa compresa. E nel prossimo turno match in casa del Palagonia
17.09.2019 12:02 di Davide Billa   Vedi letture
Samuel Portovenero
Samuel Portovenero

Esordio in campionato con quattro reti e Città di Calatabiano impotente contro l’Atletico Messina, trascinato anche dalla doppietta di Samuel Portovenero. Un 4-0 facile, che è valso i primi tre punti: “Ogni partita è difficile, ma era importante iniziare con il piede giusto. Ci siamo riusciti ma ora pensiamo subito a alla prossima difficile trasferta (in casa del Palagonia)”, ha commentato l’esterno classe 1996, tra gli ultimi arrivati in casa biancoazzurra e che, con una squadra con elementi come Bombara, Quintoni, Sanneh, Campo o Princi sembra solo di passaggio in Promozione: “Ringrazio i compagni perché mi hanno fatto sentire subito uno di loro e Pasquale Princi per i gol. Speriamo di vincere questo campionato. Con i nomi non si fa niente, dobbiamo dimostrare partita dopo partita di essere i più forti. Sappiamo – ha concluso Portovenero - che ci sono altre squadre molto attrezzate ma ci godiamo intanto questa vittoria”.

Un successo che permette all’Atletico Messina di dare anche continuità ai primi positivi risultati in Coppa Italia, conquistando così la terza vittoria in tre gare: “È stata una partita diversa rispetto alle precedenti. Dovevamo approcciare al meglio contro una squadra che non ci avrebbe regalato nulla. Abbiamo avuto un buon approccio, anche se nel primo tempo abbiamo sbagliato qualcosa e potevamo chiuderla prima. Poi, nel secondo tempo siamo entrati con molta più fame e si è visto, ottenendo una vittoria meritata”, ha aggiunto Pasquale Princi, autore del quarto gol che ha chiuso l’incontro, concretizzando al massimo la superiorità biancoazzurra: “Siamo stati bravi ad attaccarli subito alti nella ripresa e siamo riusciti a chiuderla in un quarto d’ora. Sono contento”.

Una buona prova per l’esterno offensivo che, però, da ormai due gare, con l’infortunio di La Corte, si è ritrovare a fare la prima punta. Un ruolo inedito: “Non l’ho mai fatta ma il mister ha visto in me le caratteristiche adatte, ha avuto fiducia e – ha concluso Princi - ho seguito i suoi consigli, quelli dei miei compagni e per ora sta andando bene così”.