Città di Torregrotta, molti dubbi per il derby salvezza con l'Academy San Filippo

I rossoblù non avranno gli squalificati Sofia e Rasà, ma ritrovano Isgrò e Sittineri. In uscita Maisano, Trovato, Mamone, Ficarra, Schepis e Vinci
15.12.2018 09:37 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Città di Torregrotta
Città di Torregrotta

Terzo confronto stagionale, dopo i due del primo turno di Coppa Italia, tra Città di Torregrotta e Academy San Filippo: le due formazioni messinesi si troveranno di fronte domenica pomeriggio alle 14.30 (a porte chiuse) per dar vita al derby tirrenico con cui si chiude il girone di andata del girone C e che, alla luce delle ultime vicissitudini in casa Fiumefreddo sfociate con la definitiva esclusione degli etnei dalla competizione, assume le caratteristiche di anticipo di play-out. 

Le due compagini occupano infatti le ultime due poltrone di una classifica deficitaria (5 punti l’undici di Borelli, 7 i filippesi) e reduci dagli ultimi 270’ dagli aspetti similari: vittoria tonificante al termine di una gara di carattere contro il Carlentini e doppio ko consecutivo con Ciclope Bronte e Aci Sant’Antonio per l’Academy; pareggio “strettissimo” con la capolista Acicatena e doppia sconfitta con Mascalucia e Gescal per il manipolo torrese.
Per il derby salvezza, mister Borelli non ha certamente trascorsa una settimana serena: tra squalifiche, infortuni, convalescenze ed assenze a vario titolo, ha avuto non poche difficoltà a provare l’undici da schierare dal calcio d’inizio. Non saranno infatti del match gli appiedati dal giudice sportivo, vale a dire il difensore Daniele Sofia e il capocannoniere Rosario Rasà. Capitolo a parte per la mezzapunta Emanuele Trovato, espulso nel finale di gara col Gescal e che dovrà scontare due turni di squalifica ma svincolato nelle ultime ore con destinazione probabile in Prima Categoria al Monforte

Condizioni fisiche non perfette per Simone Alessandro Gioele Ballarò, che comunque dovrebbero (condizionale d’obbligo) essere della partita. Mancherà il “fosforo” del “jolly” milazzese Giulio Maisano, che potrebbe aver definitivamente salutato la maglia rossoblù essendo partito per motivi di lavoro. Note liete invece sul fronte dei convalescenti, con il capitano Alessandro Isgrò tornato disponibile dopo l'infortunio di Bronte al polso e Augusto Sittineri, che ha smaltito i postumi della distorsione al ginocchio sinistro che lo avevano costretto a disertare gli ultimi due match.

Sul fronte calcio-mercato, oltre alla partenza di Emanuele Trovato, svincolati anche il centrocampista messinese classe ’96 Alessio Mamone e i portieri Antonio Ficarra Marco Schepis. Trasferimento con la formula del “prestito” per un altro estremo difensore, Francesco Vinci, già al nord per ragioni lavorative e accordatosi per difendere i pali della società bresciana della Virtus Rondinelle.

Operazioni che chiudono la sessione invernale di calciomercato e si aggiungono a quelle già definite la scorsa settimana, che avevano visto il difensore Nino Boemi passare al Merì (Prima Categoria – girone C), il centrocampista Giuseppe Aloe, andato all'Asd Milazzo (girone B di Promozione) e i trasferimenti temporanei, sempre con destinazione Monforte San Giorgio (Prima Categoria girone D) del difensore classe ’99 Carmelo Giorgianni e dell’attaccante classe 2000 Gabriele Marchese.