Conferme e non solo. La Santangiolese presenta i primi colpi

Il club biancoazzurro ha annunciato i tesseramenti del portiere Gabriele D'Agati e degli esterni, classe 1998, Emilio Ricciardello e Leonardo Tuccio
06.08.2019 18:37 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Conferme e non solo. La Santangiolese presenta i primi colpi

Il direttore sportivo della SantangioleseFederico Sidoti, con un autentico blitz di mercato blinda i pali biancoazzurri acquistando l’estremo difensore Gabriele D'Agati. Classe 1994, arriva dall’Umbertina, squadra nella quale ha trascorso le ultime due stagioni per motivi di studio. D'Agati vanta più di 20 presenze con la maglia del Rocca, nel campionato di Eccellenza e nella sua carriera ha girovagato molto e giocato sempre ad altissimi livelli. Altri due anni di Eccellenza da protagonista con l’Orlandina, collezionando 50 presenze e vincendo il campionato. L’anno successivo al Due Torri in serie D con 7 presenze e poi con la Futura Brolo. Un palmarès di tutto rispetto per quello che sarà il nuovo portiere biancoazzurro. 

Il secondo acquisto porta il nome di Emilio Ricciardello. Classe 1998, arriva a Sant’Angelo con due stagioni di ritardo, voluto fortemente dal direttore Sidoti e dal tecnico Andrea Ioppolo. Ricciardello ha deciso con entusiasmo e senza un minimo di esitazione di sposare la causa biancoazzurra. Il ragazzo di Gliaca di Piraino, dopo aver affrontato la trafila delle giovani nella Futura Brolo, nella stagione 2016/17 - grazie alle sapienti idee di Carmelo Ricciardello - esordisce in Promozione e diviene pedina fondamentale della squadra gialloblù. La stagione successiva dev’essere quella della consacrazione, ma il ds Sidoti non riesce a convincerlo e il giovane calciatore decide di firmare per il Terme Vigliatore. Questa, per l’esterno d’attacco, è una stagione straordinaria confermata dai 12 gol timbrati in 25 presenze. L’anno successivo decide di ritornare al suo Due Torri, ma numerose problematiche ambientali fanno scivolare il giovane come una seconda scelta. A dicembre del 2018, a malincuore, lascia Gliaca e si trasferisce a Rocca dove colleziona una decina di presenze. 

Infine, il terzo volto nuovo è un altro giovane classe 1998, in continuità con la scelta del club di puntare sui giovani del territorio locale. La società ha così strappato alla concorrenza le prestazioni sportive di Leonardo Tuccio. Cresciuto nelle giovanili del Circolo Europa, ha completato il suo percorso nella squadra Juniores della Futura Brolo. Sotto lo sguardo attento Carmelo Ricciardello esordisce nel campionato di Prima categoria e si fa notare fortemente per la sua predisposizione tattica e il suo grandissimo altruismo. Il giovane di Raccuja è una mezz’ala moderna, con una spiccata intelligenza tattica visto che, nelle ultime stagioni, ha fatto anche il terzino. Dopo l’esordio in Prima categoria, Tuccio nella stagione 2016/17 decide di affrontare una grande avventura al Rocca di Caprileone con mister Francesco Palmeri e colleziona oltre 15 presenze da titolare, sia in mezzo al campo che nel ruolo di terzino. L’anno successivo segue il suo mentore e approda a L’Iniziativa: altra stagione splendida, con più di 25 presenze e una crescita sotto il profilo realizzativo. Dopo la fusione col Due Torri, Tuccio segue la proprietà e mister Palmeri nella nuova avventura a Gliaca di Piraino. Nonostante le numerose difficoltà ambientali, si impone dal punto di vista sportivo e con grande qualità porta a termine una buona stagione. 
Quest’anno, grazie alla voglia di averlo in rosa da parte di Andrea Ioppolo, il ds Sidoti sferra un attacco decisivo strappandolo alla società biancorossa.