Il Torregrotta cede nel finale: Cordova firma l'1-0 dell'Aci S.Antonio

I torresi, in nove per le espulsione di Aricò e Di Stefano, resistono fino all'85' prima del gol ospite dal dischetto
11.03.2018 20:41 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 144 volte
Fonte: www.asdtorregrotta.it
Il Torregrotta cede nel finale: Cordova firma l'1-0 dell'Aci S.Antonio

Si concretizza a cinque minuti dal termine la sconfitta interna del Torregrotta che, nervoso e ridotto in nove, cede 1-0 all’Aci S.Antonio e non riesce ad approfittare delle sconfitte delle rivali per la salvezza.
La cronaca si apre al 4’ con Caponcello che, dalla destra, calibra un bel cross a centroarea per Mirabella la cui spettacolare sforbiciata si perde alta non di molto. All'8’ ancora ospiti in avanti con Caponcello che si libera al tiro dal limite, chiamando in causa Vinci che si distende sulla sua sinistra per salvare. Al 10’, dopo un avvio timoroso, il Torregrotta prova ad affacciarsi in area ospite: Sindoni caracolla lungo l’arco dei 25 metri in zona offensiva e porge a Villari, contrastato al momento del tiro. La restante prima frazione vede le due compagini controllarsi vicendevolmente e non affondare i colpi.
La ripresa registra un Aci Sant’Antonio più determinato e che va vicino alla marcatura già al 48’, quando sul primo tiro dalla bandierina degli etnei, la sfera danza pericolosamente sopra la linea di porta, prima che i difensori tirrenici allontanino l’insidia tra le proteste ospiti. Al 53’, su punizione calciata da Sittineri dalla destra, corta respinta difensiva che consente ad Aricò di calciare poco entro l’area al volo, con palla che sibila di poco a lato alla sinistra di Ravasco. Al 57’ il Torregrotta ha l’opportunità per passare, quando Sittineri, in corsia centrale, serve in profondità Villari che resiste alla carica di un difensore e, quasi da terra, conclude verso la porta centrando il palo alla sinistra di Ravasco, ormai fuori causa. Al 64’ Maisano, quasi dalla linea di fondo, cerca di sorprendere l’estremo difensore dell’Aci Sant’Antonio, costretto a rifugiarsi in corner. Al 71’ ancora Maisano, questa volta dal versante sinistro, scodella in area dove Aricò sbaglia il controllo della sfera consentendo il recupero della difesa etnea. Al 73’ l’Aci Sant’Antonio pareggia il conto dei legni con il neo-entrato Battaglia che, servito dal versante opposto e tutto solo sul secondo palo, calcia a colpo sicuro ma trova la traversa a dirgli di no. Al 75’ Aricò e Trovato vanno allo scontro e non se le mandano a dire. Il signor Papaserio estrae il cartellino giallo all’indirizzo dei due giocatori. Il centravanti rossoblù, però, prosegue inducendo il direttore di gara a mandarlo anzitempo negli spogliatoi. Torregrotta quindi che gioca l’ultimo quarto d’ora in 10. Al 78’ gli ospiti intravedono la possibilità di cogliere l’intera posta: Cordova dal limite impegna severamente Vinci con un tiro sul quale il n.1 torrese distendendosi sulla sua sinistra, salva mandando in calcio d’angolo.All'83’, su altra azione da calcio d’angolo, nasce il penalty che decide il match. La sfera giunge in area dove, tra un groviglio di giocatori, l’arbitro vede una trattenuta di maglia ai danni del n.17 De Luca e, dopo un attimo di esitazione, indica il dischetto tra l’incredulità generale. I nervi fanno un pessimo scherzo a Di Stefano, che proferisce qualche parola di troppo e viene invitato a raggiungere Aricò negli spogliatoi, lasciando i suoi in doppia inferiorità numerica. All'85’ dal dischetto, capitan Cordova non fallisce, spiazzando Vinci con palla che si insacca alla destra del portiere.

E’ l’ultimo episodio saliente della gara. Il Torregrotta infatti, ridotto in 9 non riesce a replicare. Il risultato non cambierà più fino al triplice fischio del signor Papaserio che giunge dopo 5’ di recupero. L’Aci Sant’Antonio, disputando la propria partita, coglie il sesto successo in trasferta di questo campionato e opera il sorpasso ai danni dello Sporting Viagrande, isolandosi ad un quinto posto che, per quanto lusinghiero, servirà probabilmente solo per le statistiche del club etneo, dal momento che, con i distacchi abissali che separano l’undici di mister Torrisi dalle tre battistrada, ogni sbandierato sogno di gloria di play-off può ritenersi rimandato alla prossima stagione
Per il Torregrotta, una sconfitta che lascia parecchio rammarico e che complica le cose in casa rossoblù in ottica permanenza diretta. Il vantaggio in classifica è rimasto invariato con una gara in meno da disputare, ma il calendario dell’undici di Peppe Borelli non autorizza a dormire sonni tranquilli, tanto più che sabato prossimo, prima dello stop del campionato in occasione delle festività Pasquali, la squadra torrese è attesa dal derby sul campo della Tirrenia, al quale si appresta ad avvicinarsi senza gli squalificati Aricò e Di Stefano.

TORREGROTTA-ACI S.ANTONIO 0-1
Marcatore: 85’ (rig.) Cordova

Torregrotta: Vinci, Manzella, Isgrò, Cannistrà, Mondo, Di Stefano, Aricò, Maisano, Villari, Sindoni, Sittineri (86’ Merlino). A disp.: Foti, Giorgianni, Arizzi, Gambino, La Spada, Mamone. All.: Giuseppe Borelli 
Aci S.Antonio: Ravasco, Salpietro, Marino, Cordova, Trovato (80’ Palmieri), Crispino, Merenda (66’ De Luca), Scardaci, Mirabella (58’ Battaglia), Caponcello (80’ Campisi), Sinito. A disp.: Dovara, Reale, Basile. All.: Alfio Torrisi
Arbitro: Fortunato Carmelo Papaserio di Catania
Assistenti: Giuseppe Visalli e Salvatore Totaro di Messina
Ammoniti: Caponcello, Salpietro e Trovato (A), 69’ Villari (T), 74’ Arico (T), 75’ Di Stefano (T), 81’ Mondo (T), Manzella (T) 
Espulsi: 75’ Arico’ (T), 84’ Di Stefano (T), a fine partita il secondo portiere ospite Dovara (A)
Recupero: 0’ e 5’