Jonica, sorpresa in panchina: da Salerno arriva Dario Costantino

Il neo allenatore: "Non vedo l’ora di iniziare la nuova avventura". Il consulente Petruzzi: "Profilo giusto per il progetto della società. Ora farò il possibile per costruire una rosa competitiva"
18.06.2019 10:18 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Fonte: Jonica FC
Dario Costantino
Dario Costantino

Una decina di giorni di riflessione, per ripartire e scegliere il nuovo allenatore. Concluso il ciclo legato a Mimmo Moschella, la Jonica ha deciso di affidare la panchina a Dario Costantino, 37 anni, originario di Salerno.
Il suo curriculum sportivo mostra un tecnico che ha sempre gravitato in settori giovanili, tra cui principalmente quello della Salernitana in serie B dove ha guidato il gruppo dei Giovanissimi Regionali con ottimi risultati e la vittoria di tre trofei nazionali, come quello più ambito a Pescara superando la Juventus, la Lazio e la squadra di casa. La scorsa stagione alla guida del Buccino Volcei nella Promozione campana, dove subentrò alla prima giornata iniziando alla guida della Juniores. Partito per una salvezza tranquilla, chiude al secondo posto con la miglior difesa e il secondo miglior attacco. La sua squadra si è fermata solo nella finale play-off per accedere in Eccellenza.

La nomina di Costantino è una scommessa del supervisore tecnico ed agente Fifa, Valerio Petruzzi che lo presenta così: "Dario è il giusto mix per quello che è in questo momento il progetto Jonica. Un progetto pluriennale che guarda avanti per una crescita che consolidi il presente. Si tratta di un tecnico giovane e preparato, che lo scorso anno era subentrato temporaneamente ma i cui risultati esaltanti ne hanno esaltato le qualità tecnico- tattiche. E’ uno che ha voglia di scommettere e che si è messo in gioco in una realtà lontana e nuova. Abbiamo valutato vari profili ma abbiamo scelto il suo perché vogliamo avere un allenatore che si occupi in maniera esclusiva dell’attività sportiva e che costruisca insieme a noi un progetto tecnico solido e duraturo. Non è una decisione - ha spiegato Petruzzi - volta a snobbare il comprensorio jonico ma è una scelta di progetto che abbiamo ben valutato con il gruppo tecnico societario. Adesso dobbiamo fare quadrato attorno a lui che è un gran lavoratore e io farò tutto il possibile per costruire una rosa competitiva e meritare il grande attestato di stima che mi hanno offerto la società e la famiglia Saglimbeni. Un grazie a chi ha condotto la squadra con tanta attenzione sin qui, mister Mimmo Moschella".

Prime dichiarazioni anche per il neo tecnico Costantino: "Sono onorato dell’incarico conferitomi dai signori della Jonica con i quali ci siamo subito intesi parlando lo stesso linguaggio. Adesso insieme al ds e al dt cercheremo di costruire una squadra che soddisfi l’ambiente. Per fare bene dobbiamo muoverci tutti in maniera unita ed armoniosa, società, tecnici, giocatori, tifosi e ambiente. Non vedo l’ora di iniziare la nuova avventura".