L'Acquedolcese riparte con le nomine del nuovo organigramma

Società sempre più "rosa" con la presidente onoraria Lina Pulvirenti. Salvatore Liprino è il nuovo presidente, Sergio Mezzanotte è il direttore generale, mentre Luciano Regina il direttore sportivo
29.05.2019 10:06 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
L'Acquedolcese riparte con le nomine del nuovo organigramma

Nuovo organigramma societario per l’Acquedolcese che, dopo una difficile stagione, vissuta al di sotto delle aspettative, sta già pensando alla prossima: e così, ai volti storici della società si sono aggiunti tanti altri nuovi intenzionati a dare un contributo alla squadra.

La nuova immagine, inoltre, sarà anche a tinte rosa. A incarnare la partecipazione femminile è la dott. Lina Pulvirenti, assessore del comune di Acquedolci, alla quale, su decisione unanime dei componenti della società, è stata affidata la presidenza onoraria. A collaborare con lei vi sarà Francesco Occhiuto.
La presidenza e la vicepresidenza, invece, sono state affidate rispettivamente a Salvatore Liprino e Nino Savio, che saranno affiancati da Giuseppe Scaffidi, Giuseppe Pruiti, Dario Salerno e Andrea Miceli (quest’ultimo già sponsor principale della società).

Conferma per Sergio Mezzanotte, che sarà il direttore generale, che sarà coadiuvato da Giuseppe Merlo e Salvatore Bordonaro, mentre il segretario sarà Franco Crivillaro. Nel Consiglio di Amministrazione altri volti storici sono Benedetto Princiotta e Nino Liprino, mentre la novità è il ruolo di direttore sportivo, affidato al capitano Luciano Regina. Tra i nuovi ingressi nella dirigenza compaiono Danilo Siragusa, nel ruolo di addetto stampa, Monica Fiocco, consigliere comunale di Acquedolci e socio onorario della squadra, che insieme a Carmelo Di Nardo e altre due donne, Alessandra Geranio e Marilena Liprino, si occuperà dell’immagine dei biancoverdi. 
La gestione del campo sportivo, l’organizzazione delle partite casalinghe e l’organizzazione di ogni evento sono affidati a Salvo Volpe, Giuseppe Princiotta e Fabrizio Sapienza. Non meno importante il ruolo affidato a Dario Fabio che sarò lo chef dell’Acquedolcese.
Nei prossimi giorni, invece, è attesa la nomina del responsabile del settore giovanile, con importanti novità.

“La Polisportiva Acquedolcese è un’associazione che da anni fornisce un contributo nel sociale e lo fa in maniera assolutamente apolitica. Prova ne è la presenza nella dirigenza di persone che nell’ultima tornata elettorale erano impegnate in entrambi gli schieramenti”, ha dichiarato il dg Sergio Mezzanotte, che ha aggiunto: “Come accade ogni anno, il direttivo ha azzerato le cariche e ha rimesso all’assemblea dei soci (vecchi e nuovi dirigenti) il compito di nominare i componenti del nuovo direttivo e le rispettive cariche per la stagione 2019/2020. Mi sembra di poter affermare che si tratti di un organico dirigenziale di primissima qualità. Volevo, a nome di tutto il direttivo dello scorso anno, ringraziare il presidente uscente Antonio Di Giorgio per il suo contributo in una stagione particolarmente difficile. Lo stesso ringraziamento va anche a chi, per motivi personali, ha deciso di lasciare l’incarico dirigenziale. Do il benvenuto a tutti i nuovi soci, in particolare alle donne, che ci hanno onorato della loro presenza. Sono certo che il presidente onorario Lina Pulvirenti e il presidente Salvatore Liprino saranno in grado di coordinare in maniera puntuale i lavori per la costruzione di una squadra che ci regalerà tante soddisfazioni”.
Sono i primi passi ufficiali verso la nuova stagione, che la dirigenza biancoverde spera possa essere migliore di quella appena conclusa: “In questi giorni incontreremo gli sponsor storici e i nuovi partner che si sono avvicinati alla nostra società nell’ultimo periodo per capire – ha spiegato il dg - quale sarà il budget a disposizione del nuovo ds per la composizione della rosa che affronterà la stagione calcistica 2019/2020, la quinta consecutiva nel campionato di Promozione. Si partirà certamente da un allenatore e insieme si decideranno i giocatori da contattare. Le linee guida della società sono di mettere insieme un gruppo di giovani forti (possibilmente del nostro territorio) e accompagnarli con 4-5 innesti di giocatori di esperienza”.