La Tirrenia esce nella ripresa e batte 3-1 il Lineri Misterbianco

Gli etnei passano in vantaggio con Rizzotti, ma Aloe, autore di una doppietta, e Ruggeri, regalano la vittoria ai locali che mantengono così la vetta della classifica
 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 261 volte
Fonte: Ufficio stampa Tirrenia
Il 3-1 di Ruggeri
Il 3-1 di Ruggeri

Dopo le due sconfitte esterne (Gescal in campionato e Rometta in Coppa) la Tirrenia torna a Giammoro e ritorna anche la vittoria (3-1). Stavolta ad uscire sconfitto dal Comunale è stato il Lineri Misterbianco che, trovatosi subito in vantaggio, non ha resistito al ritorno dei locali che, nel primo quarto d’ora della ripresa, hanno messo al sicuro il risultato che poteva essere impinguato se ci fosse stata più precisione in fase conclusiva.

La prova dei giallorossoblù non è da annoverare comunque tra le migliori perchè, come accade ormai da troppo tempo, si concede il primo tempo all’avversario sbagliando probabilmente l’approccio alla gara. E’ da capire perché occorre la strigliata del tecnico per cambiare marcia e dimostrare ciò che la squadra può dare. E’ accaduto infatti che, al primo affondo (dopo un banale pallone perso a centrocampo), il Lineri passi: in profondità sulla sinistra si è sviluppato il contropiede col diagonale respinto da Bucca e sul quale s’è avventato Rizzotti per depositare in rete. Il vantaggio ospite ha alimentato l’ansia della prestazione tra i locali e, mentre non si trovava il bandolo del gioco, svanivano anche le capacità dei singoli. Dal canto loro gli ospiti, trovato il casuale vantaggio, hanno eretto il muro aggrappandosi ad ogni opportunità per arrivare al termine del tempo senza subire pericoli.

Ad inizio ripresa la Tirrenia torna in campo col piglio di chi sa il fatto suo e basta un minuto per pareggiare: pallone che con due tocchi raggiunge sulla corsia sinistra Aloe, il quale sfodera il suo micidiale sinistro che supera D’Antone. Il compleanno è festeggiabile ma, non basta e al quinto minuto, il suo tiro sfiora un difensore ed è ancora gol. I locali appaiono ora scatenati mentre il Lineri pare appia perso la vivacità che, nel primo tempo, ne aveva caratterizzata la prestazione e così arriva al 17’ la rete firmata da Ruggeri: ancora sulla sinistra è Laquidara a mettere un pallone al centro, D’Antone ritarda l’uscita e Ruggeri lo anticipa. Solo adesso il Lineri Misterbianco esce dal torpore cercando di ridurre lo svantaggio, ma solo qualche punizione dal limite non è sufficiente allo scopo mentre una migliore interpretazione del contropiede avrebbe consentito a Schepisi e soci di rendere più pesante la sconfitta dei catanesi.

Domenica prossima si affronta fuori casa la Jonica, formazione di rango e qualità. Sarà necessaria una prova di maturità e probabilmente sapremo se la Tirrenia può essere annoverata anch’essa tra le grandi del campionato.

TIRRENIA-LINERI MISTERBIANCO 3-1
Reti: p.t. 2’ Rizzotti; s.t. 1’ e 5’ Aloe, 17’ Ruggeri

Tirrenia: Bucca, Buta (st 39’ Zurka), Laquidara (st 44’ Agolli), Biondo, Splellzaj, Milanese (st 34’Pandolofo), Pitrone, Schepisi, Aloe (st 43’De Salvo), Ruggeri (st 39’ Micalizzi). All. Bitto
Lineri Misterbianco: D’Antone, Riela, Baudo, Leonardi, Infantino (st 13’ Piuma), Murabito, Cuffari (st 25’ Cuntro), Borzì (st 3’Bruno), Mongeli, Cantarella, Rizzotti . All Insanguine
Arbitro: Neto di Messina