Stefanese in fermento: tante uscite ma si crede nella salvezza

Sono quattro le partenze che ormai sembrano imminenti, ma da valutare anche le posizione di altri giocatori che potrebbero lasciare la squadra. Il mercato sarà decisivo
03.12.2019 14:57 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Antonio Emanuele
Antonio Emanuele

Il pesante ko interno contro la Torrenovese ha lasciato la Stefanese in fondo alla classifica del girone B con appena 6 punti, ma soprattutto ha complicato la situazione generale degli arancionero: il cambio in panchina, da Dino Vaccaro ad Antonio Emanuele, non ha portato la svolta sperata dalla società e adesso, con la riapertura del calciomercato, la squadra rischia di perdere diversi giocatori.

Trovano ulteriore conferma le prime notizie, anticipate nei giorni scorsi, relative ad alcuni elementi dell’organico già con le valigie pronte da alcune settimane, nonostante le prime smentite. I principali indiziati a lasciare Santo Stefano di Camastra, e ormai manca solo l’ufficialità, sono l’esterno Davide Scimone, che dovrebbe tornare al Gioiosa, il centrocampista Salvatore Mazzamuto e il difensore Ignazio Calderone, quest’ultimo verso Lercara Friddi o Casteldaccia. Praticamente certa anche la partenza dell’esterno offensivo Fabio Cesarino, assente nell’ultima gara e che sembra sempre più vicino al San Mauro Castelverde dell’ex allenatore arancionero, Antonio Marguglio. Quattro perdite importanti, ma potrebbero non finire qui: da valutare, infatti, le situazioni dell’attaccante Alessandro Piazzese, dell’esterno Giovanni Migliore (per lui stagione finita e prossima operazione al crociaro) e anche le posizioni di Nicola Milano e Daniele Coletti, arrivati solo a fine ottobre. A questi si potrebbe aggiungere anche il portiere Domenico Russo, mentre Francesco Patti dovrebbe lasciare il campo e restare con un ruolo dirigenziale.

La Stefanese andrebbe quindi verso una rivoluzione o un ridimensionamento, ma non sono escluse novità anche in entrata, come annunciato nelle settimane scorse dalla società, che si era detta decisa a rinforzare la rosa. Il messaggio sembra chiaro con il club arancionero che crede ancora nell’obiettivo salvezza ma attraverso i giocatori locali o l’arrivo di qualche “fedelissimo” di mister Emanuele, chiamato a risollevare le sorti della squadra. Le prossime settimane di mercato, quindi, potrebbero dire molto e cambiare il volto della Stefanese.