Stefanese, separazione da mister Emanuele. Sarà gestione interna

La squadra sarà guidata dal capitano Re, dal preparatore atletico Arancitello e dal responsabile della rappresentativa Juniores, Elmo. Tagliati sei giocatori, si punta a un ricambio generazionale
19.02.2020 10:22 di Gino Pappalardo   Vedi letture
Alberto Re
Alberto Re

È durata poco più di tre mesi l’avventura di Antonio Emanuele sulla panchina della Stefanese, compagine che milita nel Girone B di Promozione. Ad annunciare la separazione con l’ex trainer in seconda di Lascari e  Cephaledium, subentrato al dimissionario Vaccaro alla decima giornata d’andata, è stata la dirigenza arancionero: “La Stefanese Calcio 1947 - si legge in una nota pubblicata sulla pagina Facebook del club - comunica di aver risolto consensualmente il rapporto di collaborazione con il proprio allenatore, al quale vanno i nostri ringraziamenti per il lavoro profuso”.

Emanuele chiude con un bilancio deficitario (10 sconfitte, 1 pareggio e 2 sole vittorie, in 13 partite) il suo breve interregno alla Stefanese, che ha lasciato in fondo alla graduatoria (con 13 punti in 22 giornate), e quasi rassegnata alla retrocessione. A traghettare la squadra, da qui a fine campionato, sarà un terzetto inedito, una gestione interna composta dal capitano Re, dal preparatore atletico Arancitello e dal responsabile della rappresentativa Juniores, Elmo.
Per la proibitiva trasferta di domenica contro la vice - capolista Acquedolci, il team della Città delle Ceramiche cambierà, per l’ennesima volta, connotati: “tagliati” sei elementi, ingaggiati durante la sessione di mercato invernale (i fratelli Alessio e Dario Fiduccia, Colletti, Milano, D’Acquisto e Vallone), il presidente Giuseppe Ciardo ha deciso di affidare le chiavi della squadra agli esperti Piazzese e Daniele Cobolli Patti (tornato all’attività agonistica dopo una lunga inattività), oltre ai vari Rizzo, Villano, Cinquegrani, Sorrintano e D’Amico.

“Provare già da ora a ricostruire il futuro e a garantire un ricambio generazionale con ragazzi di Santo Stefano di Camastra, volgendo lo sguardo al presente” è l’obiettivo principale della Stefanese, che confida nel massimo impegno dei suoi tesserati “per onorare la maglia e migliorare, giorno dopo giorno, cercando di metabolizzare in fretta le tante amarezze vissute in ambito sportivo”. 

Ecco la nuova rosa della Stefanese:
Rizzo, Blando, Calanni, Re, Buonocore G., Buonocore R., Manfrè, Todaro, Patti F., Patti G., Patti D '90, Cinquegrani, Villano, Piazzese, Guadagna, Rampulla, Ricciardi, Caurro, Miragliotta, D'Amico, Sorintano, Russo F., Russo L.