CdM, Lo Re: "Non ci sono attenuanti". Bombara: "Dobbiamo ricompattarci"

Il presidente giallorosso ha commentato la sconfitta interna con il Portici. Tanta delusione, ma fiducia confermata in mister Furnari. Il capitano sprona la squadra e chiede maggiore attenzione
08.10.2018 14:32 di Ernesto Francia  articolo letto 1455 volte
Domenico Bombara
Domenico Bombara

Domenica amara per il Città di Messina che viene sconfitto dal Portici con un secco e perentorio 1-3 in un "Franco Scoglio" a porte chiuse. I giallorossi, passati in vantaggio con Di Vincenzo, non riescono a gestire il risultato e vengono travolti dall'uragano Sorrentino, autore di una tripletta. La compagine di Furnari, che ha scontato la seconda giornata di squalifica, si ritrova fanalino di coda con un solo punto, in attesa di conoscere l'esito del ricorso riguardante la trasferta di Palmi.

Volti molto scuri a fine partita con il presidente Maurizio Lo Re che si presenta ai microfoni. "Non era la partita che mi aspettavo, in settimana l'avevamo preparata bene e ci eravamo confrontati con lo staff e con i ragazzi, non ci sono attenuanti per la sconfitta".
Duro affondo del numero uno giallorosso anche sulla situazione riguardanti gli stadi cittadini: "Il Città di Messina non ha una casa, ci alleniamo per tre giorni alla settimana sul terreno rovinato del Garden di Mili, poi ci spostiamo al "Marullo" con un sintetico di ultima generazione per poi fare la rifinitura al San Filippo. Non è una situazione favorevole per la squadra".
Tornando al risultato negativo sul campo il presidente Lo Re non ha nascosto la sua delusione: "Siamo una squadra giovane, una matricola ma non meritiamo l'ultimo posto in classifica; bisogna lavorare sulla testa dei ragazzi e tutti siamo in discussione ma il mister non rischia la panchina". 

Alle dichiarazioni del presidente hanno fatto seguito quelle del capitano Domenico Bombara che si è presentato ai microfoni nel post partita: "Abbiamo gestito bene la partita nel primo tempo, poi nel secondo tempo abbiamo avuto un calo e siamo andati in difficoltà subendo due gol evitabili". 
Per la prima volta mister Furnari ha schierato una difesa totalmente over lasciando un attacco leggero e giovane: "Abbiamo schierato una difesa più quadrata e la scelta di Di Vincenzo si era rivelata vincente grazie al gol trovato, ma purtroppo gli episodi ci hanno condannato". 
Dopo questa sconfitta anche il Portici stacca i giallorossi in coda alla classifica, una situazione difficoltosa nonostante le sole quattro giornate disputate: "In questo momento - ha concluso Bombara - dobbiamo stare tutti più tranquilli e attenti, dobbiamo lavorare sugli errori e ricompattarci, è tutta una questione di mentalità che dobbiamo ritrovare".