Igea Virtus, c'è il Bari. Mancuso: "Cercheremo di fare la nostra partita"

Il tecnico giallorosso chiede un ulteriore sforzo ai suoi per tenere testa alla corazzata pugliese. Out Grosso, squalificato, e Prisco, infortunato, in dubbio anche Le Piane
06.10.2018 12:18 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 331 volte
Carmelo Mancuso
Carmelo Mancuso

Un match di altri livelli e categorie quello in programma domani al "D’Alcontres-Barone" (calcio d’inizio ore 15) tra Igea Virtus e Bari: serviranno sudore e fatica, lotta e sagacia da parte dei ragazzi di mister Carmelo Mancuso, obbligati a buttare ‘il cuore oltre l’ostacolo’ di un Bari esperto e temibile, rilanciato nelle ambizioni dal presidente Aurelio De Laurentis. 

I pugliesi, con i favori del pronostico, prima del crac societario lottavano in serie B e sono ripartiti dalla D per restarci ben poco avendo allestito una super corazzata con nomi del calibro di Di Cesare in difesa, l'esperto talento Francesco Brienza sulla trequarti, (rientro previsto proprio per la gara di domani dopo lo stop di tre giornate) con trascorsi in A, il mediano Bolzoni, e un attacco fatto da attaccanti navigati tra B e C con Neglia, Simeri e Floriano
Davanti a tutto questo non mancherà l’entusiasmo, il coraggio e la consapevolezza di essere undici contro undici e nel calcio può succedere di tutto, come nell’ultimo derby di capitan Allegra e compagni che, partiti anche contro il Messina da sfavoriti, hanno giocato a viso aperto e con intelligenza difensiva e tattica ed efficacia offensiva, hanno conquistato i tre punti. 
In casa giallorossa si respira entusiasmo e coraggio, fatto di ore di lavoro in allenamento frutto di una settimana intensa sotto il profilo atletico e tattico. Un team che ha ancora la rabbia e la delusione di una sconfitta inaspettata e immeritata giunta allo scadere a Palmi, gara beffarda persa per 1-0 al 94’, certamente ormai metabolizzata e archiviata in vista di un super match contro il blasonato Bari.

Alla vigilia del match il trainer Mancuso predica umiltà, impegno e massima concentrazione al cospetto di un avversario difficile: “Cercheremo di fare la nostra partita, chi scenderà in campo darà tutto se stesso facendo il proprio dovere. Veniamo da una settimana di lavoro tattico intenso anche in virtù di assenti e indisponibili. Stiamo valutando modalità di gioco e alcuni ultimi tasselli in vista della gara con il Bari, la cui forza sappiamo che è notevole a prescindere dal modulo tattico. Chiederò ai ragazzi, come in tutte la partite, di sopperire con cuore e determinazione utile a far risultato”.
Non manda giù il calo di attenzione Mancuso, che torna sulla sconfitta allo scadere con la Palmese: “Una sconfitta arrivata da una serie di errori, cosa che non tollero, dobbiamo giocarci tutte le partire cercando di fare punti anche contro il temibile Bari”. Infine l’appello ai tifosi e appassionati giallorossi a sostenere la squadra in questa importante partita: “Loro sanno di essere il dodicesimo uomo in campo, a Barcellona sono passionali e calorosi, avere loro al nostro fianco così come hanno fatto anche a Palmi è encomiabile. Spero siano sempre più numerosi non solo domani ma anche in tutte le altre gare casalinghe perché abbiamo bisogno del loro sostegno in tutti i momenti della stagione”. 
Andando alla gara, in casa Bari mister Cornacchini potrà avere a disposizione tutta la rosa, tra cui anche l’esperto Brienza che, quasi sicuramente, lo sarà in campo dal 1’ con la fascia da capitano.
Per l’Igea Virtus, il tecnico Mancuso deve scegliere il modulo tattico e se optare per il consueto 4-3-3 visto nelle ultime uscite o andare verso un più compatto e difensivo 5-3-2, che in fase d’attacco si trasformerebbe in 3-5-2, con due esterni pronti fare chilometri sulle fasce. Da segnalare l’assenza del centrocampista Omar Grosso dopo l’espulsione di Palmi, inoltre non sarà ancora della gara il portiere Prisco per infortunio, in dubbio anche Gigi Le Piane che, con molta probabilità, partirà dalla panchina. Tra i pali Cetrangolo, in difesa si punta sui due centrali collaudati Vona e l’under Mancuso, sulla mediana Todaro coadiuvato da Santapaola e Gazzè, in attacco Busatta e il giovane bomber Miuccio.

Si prevede il pubblico delle grandi occasioni al "D'Alcontres-Barone" con numerosi tifosi (indetta la Giornata Giallorossa), appassionati e sportivi della città del Longano a riempire gradinata e tribuna grazie agli ottimi risultati delle prevendite, oltre a più di 500 tifosi provenienti da Bari.