La Cavese va ko e la Sicula Leonzio festeggia: è Lega Pro

La capolista frena in casa del Rende, ma è un ko indolore perchè il Roccella passa a Cava. Il Gela si impone del derby contro la Sancataldese, turno di riposo, e tre punti, per l'Igea Virtus
 di Davide Billa  articolo letto 705 volte
Rende-Sicula Leonzio
Rende-Sicula Leonzio

Non poteva esserci sconfitta più bella per la Sicula Leonzio che, nonostante il ko in casa del Rende, conquista la Lega Pro con tre giornate d’anticipo grazie all’inatteso stop interno della Cavese: risultati che lasciano invariati i distacchi in classifica con i bianconeri che, a quota 70, vantano 10 lunghezze sui campani.

Il Rende, che si è imposto 1-0 (rete di Gigliotti), quindi non è riuscito a rovinare la festa della Sicula Leonzio, che si ferma dopo 15 vittorie consecutive, mentre sorprende il passo falso interno della Cavese, sconfitta 3-2 dal Roccella in un match dalle mille emozioni: il vantaggio ospite di Ficarrotta viene annullato da pari di Bellante e dal sorpasso di Giglio, ma la formazione calabrese opera il controsorpasso ancora con Ficarrotta e Santaguida. Cavese che, adesso rischia anche il secondo posto, inseguita a una distanza da Rende e Igea Virtus (tre punti a tavolino) e dalla Palmese, distante quattro punti dopo il pari interno contro il Pomigliano con un 1-1 che si concretizza in pochi minuti: al 47′ sblocca Bonadio per i locali e, al 56′, risponde Suriano per gli ospiti.

Speranze play-off sempre più ridotte per la Frattese che non riesce ad accorciare sul quinto posto e, anzi, si ferma sul campo della Sarnese, capace di rimontare l’iniziale vantaggio di Longo con le reti di Cacciottolo e Calemme per il definitivo 2-1. Risultato che cambia l’alta e bassa classifica: la Frattese, infatti, viene scavalcata dal Gela, che fa suo il derby siciliano contro la Sancataladese con un netto 3-0 firmato da Montalbano, Campanaro dal dischetto e Alma, mentre la Sarnese scavalca il Castrovillari, che non va oltre lo 0-0 in casa del già retrocesso Sersale.

Altro passo in avanti verso la salvezza per l’Aversa Normanna, che si impone di misura (1-0) sulla Turris con un rigore di Scalzone, che basta a mantenere il +8 sul Castrovillari, al momento retrocesso direttamente, mentre si chiude in parità il match tra Gladiator e Città di Gragnano: De Carolis porta in vantaggio i padroni di casa, ma Franco ristabilisce la parità e fissa il definitivo 1-1 che accontenta tutti.

Risultati 31^ giornata

Aversa Normanna - Turris 1-0
Cavese - Roccella 2-3
Gladiator - Città di Gragnano 1-1
Igea Virtus - Due Torri 3-0 a tavolino
Palmese - Pomigliano 1-1
Sarnese - Frattese 2-1
Rende - Sicula Leonzio 1-0 
Sancataldese - Gela 0-3
Sersale - Castrovillari 0-0

CLASSIFICA: Sicula Leonzio 70; Cavese 60; Igea Virtus, Rende 59; Palmese 56; Gela 50; Frattese 49; Turris 46; Gladiator 44; Pomigliano 42; Gragnano 41; Sancataldese 39; Aversa Normanna 35 (-1); Roccella 33; Sarnese 29; Castrovillari 28; Sersale 13

Due Torri escluso dal campionato
Sicula Leonzio promosso in Lega Pro
Sersale retrocesso in Eccellenza