Messina, multa di 500 euro. Domenica il play-off Nocerina-Ercolanese

L'Igea Virtus attende il suo avversario che uscirà dallo spareggio Vibonese-Troina. Palmese-Ebolitana: play-out domenica 20
07.05.2018 17:52 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 822 volte
Massimo Morgia
Massimo Morgia

Si giocherà domenica 13 alle ore 16 la semifinale play-off tra Nocerina ed Ercolanese, terza contro quarta del girone I, mentre la seconda semifinale che interessa l’Igea Virtus è stata fissata domenica 20 maggio, dopo lo spareggio tra le due prime, Vibonese e Troina. Da stabilire quando e dove (Messina o Reggio Calabria) si giocherà la sfida tra calabresi e siciliani che mette in palio la promozione in Serie C. La perdente, invece, affronterà i giallorossi di mister Raffaele.

Si giocherà domenica 20 alle 16 l’unico play-out del girone tra la Palmese e l’Ebolitana, in programma allo stadio “Lopresti” e con il doppio risultato a disposizione dei neroverdi. La squadra di mister Pellicori non avrà Langwa che, espulso nell’ultimo match contro l’Igea Virtus, dovrà scontare un turno di squalifica.

Infine si chiude con un'ammenda di € 500 la stagione del Messina “per avere propri sostenitori, al termine della gara, fatto indebito ingresso sul terreno di gioco”.

I provvedimenti disciplinari:
Una gara: Boncaldo (Palazzolo), Langwa (Palmese), Moi (Gela), Faella (Roccella).

ALLENATORI
Squalifica di una gara: Massimo Morgia (Nocerina) allontanato “per proteste nei confronti dell'Arbitro”.

AMMENDA
€ 2.000 al Gela e una gara a porte chiuse “per avere propri sostenitori lanciato numerosi sputi (circa 20) ed alcune pietre (5) di piccole dimensioni all'indirizzo di un A.A. che lo colpivano sulla schiena, alla nuca ed alle spalle. Inoltre i medesimi sostenitori lanciavano un petardo che esplodeva a ridosso della panchina ospitata”;
€ 500 al Messina “per avere propri sostenitori, al termine della gara, fatto indebito ingresso sul terreno di gioco”;
€ 500 alla Vibonese “per avere propri sostenitori introdotto ed utilizzato un petardo che esplodeva con grande fragore e cadeva a bordo campo danneggiava il manto erboso sintetico. Si fa obbligo di risarcire i danni se richiesti e documentati”.