Salvezza giallorossa. Il Città di Messina resta in D: 2-0 sul Locri

12.05.2019 16:00 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Città di Messina vs Locri
Città di Messina vs Locri

Ultima gara della stagione, quella decisiva e senza ulteriori appelli. In un “Despar Stadium” a porte chiuse Città di Messina e Locri si giocano la salvezza in serie D: il quattordicesimo posto con 40 punti e il quindicesimo con 39 non sono bastati a siciliani e calabresi che, adesso, dovranno disputare un play-out che sancirà un’altra retrocessione.
I giallorossi avranno dalla loro il fattore campo e due risultati a disposizione in virtù del miglior piazzamento, ma i 90 minuti (o 120 in caso di parità) saranno da vivere senza calcoli e con la grinta di chi sa di giocarsi un’intera stagione.

La Cronaca

Primo Tempo: Mister Furnari opta per il solito 3-5-2 con Paterniti tra i pali, in difesa torna Bombara con Berra e De Lucia al posto dell'infortunato Bellopede. In mezzo Quintoni, Nicosia, Silvestri, Fragapane e Cannino, mentre in attacco conferme per Argomenti e Codagnone. 4-3-3 per il Locri, che si affida al tridente De Marco, Pannitteri e Trombino. Al 2' subito spunto a destra di Silvestri, cross basso e Fragapane sulla linea fallisce un clamoroso gol a porta vuota. L'esterno giallorosso colpisce male e salva i calabresi. Dopo l'ottimo inizio la gara si è stabilizzata su ritmi più bassi con le due squadre attente a non scoprirsi. Al 15' risultato fermo sullo 0-0. Al 18' punizione di Cosentini, sul secondo palo arriva Russo che si allunga ma manda a lato. Al 25' insidiosa punizione dalla distanza di Quintoni, Pellegrino riesce a respingere. Al 32' entra Galesio per Codagnone, fuori da un minuto per un infortunio. Sfortunato l'attaccante che è costretto a lasciare il campo. Al 38'eccessive e ripetute proteste di mister Quattrone e l'arbitro lo allontana. Al 40' un vero miracolo di Paterniti che, su angolo del Locri, dopo la prima uscita di pugno riesce a recuperare e vola sul colpo di testa di Varricchio, alzando di nuovo in angolo. Duplice fischio dopo due minuti di recupero. Città di Messina e Locri chiudono il primo tempo sullo 0-0. 45 minuti di lotta anche se con poche vere occasioni da rete.

Secondo Tempo: Al 2' i giallorossi sono costretti al secondo cambio per infortunio. Fuori Nicosia per Crucitti. La ripresa si accende al 10' quando Condomitti entra in area e calcia di sinistro, Paterniti alza in angolo. Sul successivo corner De Marco calcia alto. Al 19' pericolosa punizione di Siano e Cannino devia a due passi dalla porta. Un minuto dopo ripartenza del Città con Silvestri che salta il portiere ma si defila, mette in mezzo e, dopo la deviazione della difesa, palla al limite a Galesio che con un destro al volo manda alto. Il Locri è costretto a vincere e prova ad accelerare. Al 24' traversone di Siano per Trombino che, a centro area, si esibisce in una bella rovesciata ma Paterniti blocca con sicurezza. Al 35' il gol del CdM: punizione di Calcagno, sponda di testa di Galesio per Argomenti che incrocia di sinistro e firma l'importante 1-0. Al 39' rigore per i giallorossi per fallo di mano di De Marco su angolo di Argomenti.
Dal dischetto va Galesio, Pellegrino respinge ma Cangemi ribatte e firma il 2-0 che mette in discesa il finale di gara. Al 42' il Locri prova a rispondere con Condomitti ma il destro dal limite finisce fuori di poco. Al 47' altro tiro da fuori per gli ospiti. Destro di di Pagano a lato. È finita. Dopo 5 di recupero il Città di Messina vince 2-0 sul Locri e conquista la salvezza. 

CITTA’ DI MESSINA-LOCRI 2-0

Marcatori: 35'st Argomenti, 40'st Cangemi

Città di Messina: Paterniti, Cannino, Fragapane(33' st Cangemi), De Lucia, Berra, Bombara, Silvestri, Quintoni(22' Calcagno), Codagnone (32' Galesio), Argomenti(47'st Santoro), Nicosia (2'st Crucitti). A disp.: Landi, Romeo, Ferraù, Princi. All.: Musiano


Locri: Pellegrino, Varricchio, Russo(38' st Carbone), De Marco, La Rosa(33' st Foti), Pagano, Siano, Cosentini (15' st Vacciglieri), Trombino, Condomitti, Pannitteri. A disp.: Manno, Costabile, D'Apice, Caruso, Amato, Bruzzese, Foti. All.: Quattrone

Ammoniti: Berra(CdM), Siano(L), Varricchio(L), Pannitteri(L), Bombara(CdM), Paterniti(CdM), Condomitti(L), Pagano(L), Calcagno(CdM)

Arbitro: Giaccaglia di Jesi
Assistenti: Galimberti di Seregno e Abagnale di Parma