Sforzini tra le polemiche lancia il Palermo: Fc Messina battuto 2-0

Due gol contestati della punta rosanero stendono i giallorossi di mister Gabriele, autori di una prova di grande personalità fino all'1-0. Tante proteste con il direttore di gara
02.02.2020 15:03 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Sforzini tra le polemiche lancia il Palermo: Fc Messina battuto 2-0

All'andata fu la punizione di Ficarrotta a regalare tre punti al Palermo, ma un girone dopo l'Fc Messina, ora allenato da Ernesto Gabriele, vuole provare a dar seguito al momento positivo (quattro vittorie e un pari e porta ancora inviolata nel 2020); in casa della capolista, al Renzo Barbera, Giuffrida e compagni possono provare a riaprire il campionato contro la squadra di Pergolizzi che, nelle ultime settimane, ha mostrato qualche segno di cedimento. Gabriele riabbraccia Carbonaro, che però si accomoda in panchina, confermando l'undici che ha vinto e convinto contro il Biancavilla: davanti a Marone (imbattuto da quasi 450 minuti) solita linea a quattro con Casella, Domenico Marchetti, Fissore e Brunetti. A centrocampo Correnti confermato sulla fascia mancina al posto di Camara, Bevis a destra e cerniera centrale con Giuffrida e Alessandro Marchetti; davanti ci sono Coria e Dambros e, come detto, Carbonaro pronto a subentrare.

La cronaca
Primo tempo. Primi minuti di studio, con i padroni di casa che al 4' provano a pungere: Floriano scappa a Casella e mette dentro, Sforzini non arriva alla deviazione. Brivido per i giallorossi. Al 9' proteste ospiti per una trattenuta su Fissore giunta sugli sviluppi di una punizione calciata in mezzo come sempre da Alessandro Marchetti: il signor Di Francesco lascia proseguire. Passano due minuti e Coria, su cross di Bevis, viene fermato solo da un grande Pelagotti che manda in corner sul tentativo del fantasista argentino. Da angolo la sfera arriva a Fissore che da posizione ottimale calcia alto. Allo scoccare del 17' Dambros viene recuperato all'ultimo secondo da Lancini dopo un'azione insistita partita da Coria e passata poi da Bevis. Insiste la squadra giallorossa che attacca i rosanero senza timori. Al 22' Pelagotti si supera su Dambros che aveva scagliato un diagonale da dentro l'area, parato in corner dal numero uno di casa, che neutralizza poi anche il successivo angolo. Cambia qualcosa Pergolizzi per contrastare l'Fc passando al 3-5-2; al 28' però è ancora la squadra ospite a provarci con una conclusione centrale di Alessandro Marchetti, facile preda di Pelagotti. Al 34', però, è Sforzini a gonfiare la rete: tra le proteste dei giallorossi, che lamentano una carica su Marone, il centravanti rosanero porta avanti i suoi. Il gol arriva sugli sviluppi di una punizione di Martin, scontro tra portiere e attaccante, Marone resta a terra e per Sforzini è facile metterla dentro dopo l'assist di un compagno. L'episodio scalda gli animi in campo e l'arbitro ha qualche difficoltà nel tenere in mano la gara. L'Fc non riesce a riprendere il ritmo precedente alla rete di Sforzini, e dopo due minuti di recupero si va al riposo sull'1-0 per i padroni di casa. Palermo avanti con la rete contestata di Sforzini, bene fino al gol la squadra di mister Gabriele che però come spesso accaduto ha avuto il demerito di non saper concretizzare le numerose occasioni create.

Secondo tempo: Cambio immediato per il Football Club che passa al 3-4-1-2 con Carbonaro che rileva Fissore. Primi minuti senza lampi da segnalare. All'11' doppio cambio per i padroni di casa con Ambro e Silipo che rilevano Kraja e Felici. Gioco molto più spezzettato in nei primi venti minuti della ripresa; nel mirino di entrambe le squadra anche la direzione arbitrale. Al 21' si fa vedere Carbonaro, servito da Correnti, che dopo un'azione personale va al tiro, ribattuto. Dall'altra parte protagonista Dambros con un profondo ripiegamento difensivo fondamentale per fermare Floriano. Altro cambio per l'Fc con Quitadamo per Dambros: i giallorossi mantengono comunque il 3-4-1-2 con Casella che sale sull'esterno, Bevis più avanzato e Quitadamo nei tre dietro. La risposta di Pergolizzi arriva con Ficarrotta che rileva Floriano, contestato dai giallorossi per un paio di situazioni ai limiti della simulazione. Al 32' occasione ghiotta per gli ospiti con una punizione quasi dal vertice dell'area battuta da Domenico Marchetti che, però, manda alto. Al 40' è Lancini a rubare la scena salvando tutto anticipando Carbonaro che era stato imbeccato da sinistra. Cresce d'intensità la squadra di Gabriele, che ci prova senza esito da corner; il mister inserisce anche Miele per Casella, e si prepara per l'assalto finale giocandosi anche la carta Geran per Alessandro Marchetti. All'88' Ficarrotta ruba palla tra le proteste giallorosse per un fallo su Coria che sembrava esserci, arrivato al limite il servizio per Sforzini è troppo ghiotto per essere sprecato: doppietta personale e 2-0 dei rosanero. Termina così dopo cinque minuti di recupero in cui il Football Club non riesce a pungere: il Palermo vince tra le accese proteste ospiti con due reti di Sforzini, entrambe molto contestate dalla squadra peloritana. Resta l'ottima prova dei giallorossi, che avrebbero meritato molto di più nella prima parte di gara. 

Palermo-Fc Messina 2-0
Marcatori: 34' pt, 44' st Sforzini

Palermo: Pelagotti, Peretti, Lancini, Crivello (42' st Mauri), Accardi, Langella, Martin, Kraja (10' st Ambro), Floriano (28' st Ficarrotta), Sforzini, Felici (11' st Silipo). A disposizione Fallani, Rizzo Pinna, Marong, Cangemi, Florio. Allenatore Rosario Pergolizzi.
Fc Messina: Marone; Casella (40' st Miele), D.Marchetti, Fissore (1' st Carbonaro), Brunetti; Bevis, Giuffrida, A.Marchetti (42' st Geran), Correnti; Coria, Dambros (23' st Quitadamo). A disposizione Aiello, Aprile, Falco, Fernandez, Santapaola. Allenatore Ernesto Gabriele

Arbitro: Dario Di Francesco di Ostia Lido
Assistenti: Andrea Zezza di Ostia Lido e Massimiliano Starniti di Viterbo

Ammoniti: Brunetti (F), A.Marchetti (F), Kraja (P), Accardi (P), Sforzini (P), D.Marchetti (F), Ficarrotta (P)