Vittorie a valanga per Bari e Turris. Il Messina sprofonda, è penultimo!

Poker dei pugliesi sulla Nocerina, 5 reti coralline al Gela. Pari CdM ad Acireale, blitz Igea sul Rotonda. Acr, 2-2 col Troina e inferno vicino. Ok Cittanovese, Castrovillari, Palmese e Sancataldese
02.12.2018 19:27 di Antonio Billè Twitter:   articolo letto 528 volte
Bari, che coreografia!
Bari, che coreografia!

Quattro reti per demolire la Nocerina e mantenere 6 punti di vantaggio sulla Turris: non molla un centimetro il Bari che supera i rossoneri i campani con un netto 4-0, mettendo le cose in chiaro in appena 15 minuti. Apre le marcature Floriano dopo meno di un minuto, raddoppia Piovanello al 16’ e, dopo un rigore parato da Marfella a Simonetti, Di Cesare fa tris al 34’. Nella ripresa chiude i conti Bollino.

Resiste la Turris che, pur sbloccando il punteggio solo al 44’ con Vacca, vince addirittura 5-1 con il Gela. La dilagante ripresa è sigillata dalla doppietta di Addessi e dai gol di Longo e Federico, con il biancazzurro Guarracino che realizza il momentaneo 4-1 su rigore. Al terzo posto, a quota 22, c’è anche la Palmese che aggancia la Nocerina e il Marsala, sconfitto a domicilio 2-0 nello scontro diretto. I neroverdi gioiscono per le reti di Lavilla al 44’ e Mistretta all’80’, mentre i lilibetani possono solo rammaricarsi per il rigore sbagliato da Balistreri in pieno recupero.

Al settimo posto si affaccia la Sancataldese che si mette alle spalle il periodo negativo con il 3-1 sul Roccella che vale il terzo risultato utile consecutivo. I verdeamaranto passano al 3’ con Bruno, subiscono il pareggio di Faella e nella ripresa portano a casa il successo con le firme di Ficarrotta e Gueye. Grande impresa per la Cittanovese che va sotto dopo 15’ con il Portici per il gol di Felleca, resta in 9 per le espulsioni di Paviglianiti e Sapone e poi trionfa 2-1 con i gol di Postorino al 65’ e Abayan all’82’. Vittoria in rimonta anche il Castrovillari che conquista il derby calabrese ai danni del Locri: dopo l’1-0 di Caruso al 51’, i rossoneri trovano l’1-2 con Lomasto e Pandolfi.

Terzo punto esterno in campionato del Città di Messina che ad Acireale realizza anche le prime reti lontano dal San Filippo, ma dopo la doppietta di Cangemi nei primi 22’, è raggiunto sul 2-2 a cavallo dei due tempi da Manfrellotti e Campanaro. Torna al successo dopo 11 turni l’Igea Virtus, corsara 2-1 in casa del Rotonda, con cui divideva l’ultimo posto in classifica: giallorossi avanti con Perkovic, pareggia Nicolao e gol decisivo di Asprilla al 91’.

Chiude il quadro il derelitto Messina che agguanta il Troina sul 2-2 solo all’89’, ma sprofonda al penultimo posto in classifica. Apre Arcidiacono al 33’, poi i rossoblù ribaltano tutto con l’autogol di Porcaro e la rete di Bonfini, ma allo scadere lo stesso Porcaro ristabilisce la definitiva parità.

La tredicesima giornata:
Acireale-Città di Messina 2-2
Bari-Nocerina 4-0
Cittanovese-Portici 2-1
Locri-Castrovillari 1-2
Marsala-Palmese 0-2
Messina-Troina 2-2
Rotonda-Igea Virtus 1-2
Sancataldese-Roccella 3-1
Turris-Gela 5-1

Clicca qui per visualizzare la classifica