L’ennesimo stop forzato, stavolta imposto dalle positività dell’avversario, ha decretato una nuova domenica di assenza dai campi per il Football Club Messina. Gli uomini di Rigoli, visto l’andazzo dell’ultimo mese, si stanno quasi abituando a scendere in campo il mercoledì, riposando alla domenica. L’importante è, naturalmente, portare a casa i risultati, soprattutto per non lasciar scappare la capolista Acr Messina, adesso a più cinque sui cugini. Sono tre, però, le gare che i ragazzi del presidente Arena dovranno recuperare, a partire dalla difficile sfida di mercoledì prossimo contro l’Acireale.

I ragazzi di Pagana, reduci dalla sconfitta esterna contro il San Luca, hanno fretta di tornare alla vittoria, visto il sorpasso della Gelbison in classifica. Nonostante l’assenza del pubblico, il match dell’Aci e Galatea si profila come infuocato, soprattutto se, tra le fila del Football Club Messina, farà il suo esordio Francesco Lodi. L’ex empolese, acquistato nel mese di gennaio, attende ancora il tesseramento e, ad oggi, non saprà se riuscirà a tornare sui campi da gioco mercoledì o dovrà posticipare il rientro a domenica prossima.

La statistica, purtroppo, condanna ampiamente i peloritani, a secco di vittorie nei quattro match giocati in terra acese. Il primo incontro risale alla serie D 2012/13: il 28 ottobre del 2012 furono i padroni di casa ad imporsi, con un 2-1 che rimase in bilico fino al 90’. Dopo il doppio vantaggio granata, firmato da Cortese ed Ancione, fu Assenzio ad accorciare le distanze all’82’, prima del forcing finale giallorosso, il quale non sortì alcun effetto se non quello di mettere un pò di ansia alla tifoseria etnea.

Le due squadre si rincontreranno due anni più tardi, ma stavolta in Eccellenza. Anche in quell’occasione, però, furono i padroni di casa ad imporsi, con un secco 2-0. Gli ultimi due incontri, invece, ebbero nuovamente come teatro la serie D ed, entrambi, terminarono in parità. Nella stagione 2018/19, quella del ritorno in serie D per il Città di Messina, il match si concluse sul 2-2 in virtù della doppietta di Cangemi per i peloritani e delle reti acesi di Manfrellotti e Campanaro. Nella stagione successiva, la prima con la nuova denominazione, i giallorossi impattarono per 0-0 proprio prima del blocco dei campionati imposto dalla pandemia da Covid-19.

Mercoledì, pertanto, gli uomini di mister Rigoli, al momento guidati dal secondo Leo Criaco, hanno l’occasione di accorciare la classifica e di violare, per la prima volta, il manto erboso dell’Aci e Galatea. Un Lodi in più, nulla da dire, potrebbe aiutare fortemente a raggiungere l’obiettivo.

ACIREALE - LA SCHEDA

Anno di fondazione: 1946 (rifondata nel 2006)

Miglior risultato: 16° in serie B (1993/94)

Posizione attuale: 4° posto con 26 puntI

Andamento delle ultime giornate: P-V-P-V-P

Miglior marcatore: De Felice Rizzo (4 reti)

Sezione: Avversarie / Data: Lun 15 febbraio 2021 alle 18:17
Autore: Marco Boncoddo / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print