Campionati "minori", presente e futuro: ecco cosa può accadere

Venerdì potrebbero iniziare a delinearsi le linee guida per l'attuale e il prossimo torneo. Prime promosse, stop retrocessioni e iscrizioni gratuite
19.05.2020 12:42 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Campionati "minori", presente e futuro: ecco cosa può accadere

La Lnd Sicilia ha recepito le direttive nazionali della Figc, disponendo la proroga della sospensione di tutte le competizioni calcistiche federali fino al prossimo 14 giugno, seguendo gli indirizzi del Decreto ministeriale dello scorso 17 maggio. Una decisione quasi scontata, considerate le difficoltà delle società cosiddette minori a rispettare le ferree indicazioni anti-contagio da virus stilate per la ripresa delle attività sportive di squadra, nello specifico, degli allenamenti.

Il vero dilemma è cosa accadrà adesso. Giovedì dovrebbe tenersi il Consiglio nazionale durante il quale si dovrebbe discutere sia della conclusione dei campionati 2019/2020, sia delle modalità di svolgimento dei prossimi, 2020/2021. Venerdì, invece, dovrebbe toccare al Consiglio regionale che grossomodo ratificherà le decisioni prese in ambito superiore. L'ipotesi che sembra prendere corpo è la promozione diretta delle prime classificate al momento dello stop, da valutare altri salti di categoria, mentre per quanto riguarda le retrocessioni parrebbe prevalere la via del blocco, tranne di quelle già matematicamente spacciate. Non sarà facile fare quadrare il cerchio e soprattutto non scontentare qualcuno, ma si cercherà la strada più efficace e adeguata soprattutto a tutelare la sopravvivenza di quante più realtà sportive possibili, evitando smembramenti nei quadri federali.

Per quanto riguarda il futuro, tra le proposte al vaglio ci sarebbe l'esenzione per due anni della quota d'iscrizione, ma anche da questo punto di vista occorrerà studiare delle formule per evitare che diverse compagini si iscrivano, a costo zero federalmente, magari poi rinunciando alla partecipazione dopo pochi mesi per insolvenza delle altre spese correlate (tesseramenti, campi, rimborsi, etc). Infine, rispetto alle categorie, nonostante i grandi sforzi della Lega Sicilia e Messina, che finalmente dopo anni era riuscita a ricostituire una Terza Categoria di livello su tre gironi (due Messina e uno Barcellona), l'ultima serie potrebbe provvisoriamente essere cancellata in modo da andare a rimpolpare la Seconda e renderla più competitiva. Data di start anche da valutare. La prossima settimana si potrebbe avere un quadro più completo.