Tanti interrogativi e poche certezze nei match di ritorno di Coppa Italia

Città di Taormina e Igea 1946 non dovrebbero aver problemi a superare il turno, mentre i restanti match delle squadre peloritane non hanno una favorita e la qualificazione è ancora in bilico
11.09.2020 10:01 di Francesco Morabito Twitter:    Vedi letture
Valdinisi-Messana
Valdinisi-Messana

Le gare dello scorso week end ci hanno lasciato tanti punti di domanda e pochissime certezze per i match di ritorno di questo fine settimana. Sia in Eccellenza che in Promozione, per le compagini messinesi non é stato un debutto stagionale facilissimo.

Al Despar Stadium, il Gescal di mister Di Maria ha fermato il Milazzo di Caragliano. Dopo diverse occasioni, i mamertini riescono ad andare in vantaggio con Recupero ma il neo arrivato Sturniolo pareggia i conti con un bel diagonale. Ancora Recupero per i milazzesi ma il "Pappo" Trovato, messo fuori rosa dalla società del presidente Panarello, segna la rete del 2-2 definitivo. Un Milazzo, con un Laquidara in meno, troppo sprecone davanti a Diao Mori, dovrà giocarsi il passaggio del turno al Salmeri contro un Gescal, privo di Tiano (espulso) e del suo capitano e leader.

Nella struttura di Via Polveriera, l'Atletico Messina getta alle ortiche un vantaggio di due reti e un rigore sbagliato da Pasquale Princi dopo appena dieci secondi. In rete capitan Tiziano Bonanno e l'autorete sfortunata di Celona, dopo la traversa colpita da De Tommasi. La matricola barcellonese della Nuova Azzurra riesce a trovare le due reti con Agrì Piccolo. Con il vantaggio delle reti segnate fuori casa, si giocheranno tutto tra le mura amiche. Tanti dubbi sulla gestione atletista, con la fascia sinistra scoperta per l'assenza forzata di Insana, espulso per doppia ammonizione. 

Da Nizza di Sicilia, la Messana di mister Lucà torna a casa con pari d'oro per 1-1 contro la Valdinisi. Succede tutto nella ripresa, l'uomo più "chiacchierato"  Ciccio Munafò trafigge Alleruzzo ma Lillo Cardia trova il pari dal dischetto. Rete pesante dell'ex Sant'Alessio poiché la compagine giallorossa partirà, nel match del Despar Stadium di sabato, con un piccolo ma importante vantaggio della rete fuori casa.  

Chiudiamo il quadro di Promozione, con la vittoria del Città di Taormina di mister Eugenio Lu Vito. Dopo un'equilibrata prima frazione, i biancoazzurri segnano nel giro di pochi minuti della seconda frazione con Davide Arigò e Charlie Famà. Ottime trame offensive per Mannino e compagni, che nella gara di sabato non dovrebbero aver problemi a passare il turno contro la giovanissima compagine del Real Aci.  

Saliamo di categoria: in Eccellenza le messinesi sorridono a metà. La Jonica del nuovo ciclo Filoramo cade sotto i colpi del Giarre e di un ispiratissimo Salvo Cocimano; per Herasymenko e compagni la gara di sabato a Taormina sarà un altro banco di prova per l'inizio del campionato poiché il passaggio del turno sembra indirizzato verso la compagine etnea.

Nella giornata di mercoledì, il peloritano Santino Biondo, con la sua rete al 96', regala la vittoria all'Igea di Peppe Furnari in casa dell'Acquedolci: Tricamo porta avanti gli igeani ma Ninni Carrello ad un quarto d'ora dalla fine pareggia, poi l'undici barcellonese, nel recupero, decide il match e, molto probabilmente, il passaggio del turno.