Acquedolcese esclusa, il club si difende: "Già chiesta la riammissione"

La formazione che ha già investito circa 25 mila euro sulla squadra, spiega i passaggi degli ultimi giorni e annuncia che il progetto andrà comunque avanti
13.08.2020 11:11 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Inizio della preparazione
Inizio della preparazione

In riferimento all’esclusione dal campionato di Promozione decretato dalla Lnd nel comunicato ufficiale di ieri, l'Acquedolcese si difende e spiega le proprie ragioni in merito a ciò che è accaduto prima della decisione, dura, netta e per certi versi sorprendente della Lega Sicilia: "In data 22 luglio, la Polisportiva provvedeva all’iscrizione telematica al campionato di Promozione e allegava quanto richiesto dalla Lnd. In data 27 luglio una delegazione della Polisportiva si recava presso la sede della Lnd presso gli uffici di Ficarazzi per verificare che fossero stati depositati correttamente tutti i documenti richiesti, necessari ai fini dell’iscrizione, la quale, al netto del pagamento, andava perfezionata entro il 7 agosto. Nell’occasione si chiedeva il saldo dell’iscrizione alla stagione 2020-2021, comprensivo delle multe dello scorso campionato, e ci veniva rappresentato un totale di 6333 euro. In data 31 luglio, gli uffici della Lnd Sicilia prendevano in carico la pratica di iscrizione, attestando che la documentazione era completa. In data 7 agosto la Polisportiva provvedeva, di comune accordo (informale, come consuetudine), a versare la somma di 3333 euro, riservandosi, sempre di comune accordo informale con i vertici della Lega, di versare le ulteriori 3000 euro nella settimana successiva. Lunedì 10 agosto, dagli uffici della Lega, ci viene comunicata la necessità di provvedere, nella prima parte della mattinata dell’11 agosto, al saldo, tramite bonifico e ci viene chiesto di inviare copia dello stesso. Alle ore 11 di giorno 11 agosto, veniva effettuato bonifico a saldo e veniva inviata copia alla Lega, da dove ci facevano sapere che era tutto a posto. Nel pomeriggio dello stesso giorno cominciano a giungere voci di problemi che avrebbero potuto portare all’esclusione dal campionato di Promozione, cosa che puntualmente avviene nella giornata del 12 agosto. Considerato che comunque la somma versata in data 7 agosto (3333 euro), è maggiore della prima quota di iscrizione e che la differenza era dovuta per le multe dello scorso campionato (tra le quali quella relativa alla mancata iscrizione al campionato juniores nella stagione precedente), l’esclusione è certamente una sorpresa inaspettata, in quanto la Lnd non ha mai inviato un sollecito di pagamento ne’ mai evidenziato problematiche relative alla domanda presentata. E, sebbene, il termine del 7 agosto fosse considerato perentorio, è bene precisare che la Lnd ha da sempre concesso un termine di quindici giorni per saldare le posizioni debitorie tramite lo strumento dell’incasso coattivo e non si comprende perché tale termine non possa essere concesso soprattutto in una stagione così particolare in ragione della gravissima epidemia che ha colpito il nostro Paese e messo in ginocchio l’economia locale".

La Polisportiva, insieme alle altre squadre che hanno subito lo stesso "trattamento" (Albatros Lercara, Alba Alcamo, Atletico Gorgonia, Bagheria, Città di Casteldaccia, Empedoclina, Gattopardo, Asd Misterbianco e Pozzallo), ha già annunciato che provvederà ad inviare nota alla Lega con richiesta di riammissione immediata al Campionato di Promozione cercando di far valere le proprie ragione. "Una società che ha iniziato la preparazione da 10 giorni, che ha già speso 6000 euro di abbigliamento, che ha pagato 6333 euro di iscrizione, che ha comprato 1000 euro di palloni e materiale necessario allo svolgimento degli allenamenti, che ha pagato prestiti per alcuni giocatori, che ha già dato acconti per i rimborsi spesa dei giocatori che, sostanzialmente, ha speso 25000 euro 12 di agosto, che motivo aveva di non saldare tutta la quota di iscrizione al 7 agosto, se non avesse avuto rassicurazioni da parte di chi gestisce il gioco del calcio in Sicilia? In ogni caso, per tranquillizzare i tifosi e gli appassionati della Polisportiva, ci teniamo ad informarvi che, anche in caso di mancato riscontro da parte degli organi competenti, tutti i giocatori che compongono la squadra che ieri ha disputato al Latteri-Scaffidi la prima amichevole stagionale contro il Castelbuono, vestiranno la maglia biancoverde per tutta la stagione 2020-2021, saranno allenati dal duo Palmeri-Volo, saranno coordinati dalla stessa dirigenza, avranno gli stessi sponsor e giocheranno al Latteri-Scaffidi nel campionato di Promozione".

La società, in ogni caso, si dice sicura di non subire alcun declassamento d'ufficio e avrebbe già pronto un piano alternativo. Secondo alcune indiscrezioni, infatti, il club biancoverde potrebbe giocare in Promozione grazie a un nuovo titolo. Un'altra società del comprensorio nebroideo, iscritta pur con qualche difficoltà, sarebbe anche disposta a trasferirsi ad Acquedolci. Una "soluzione" estrema ma che permetterebbe di salvare il campionato e gli investimenti fatti dall'Acquedolcese che, però, dovrebbe rinunciare al nome in quanto già scaduti i termini per eventuali fusioni o passaggi di titoli. Se la LND dovesse, come sembra, non riaprire le porte alle società escluse, il club biancoverde sarebbe disposto a intraprendere una nuova strada.