Che gara al "Despar Stadium"! 2-2 ed emozioni tra Messana e Milazzo

19.09.2020 14:35 di Gregorio Parisi Twitter:    Vedi letture
Che gara al "Despar Stadium"! 2-2 ed emozioni tra Messana e Milazzo

Prima di campionato ed è già derby tra Messana e Milazzo al Despar Stadium. La squadra di Lucà, dopo il positivo avvio in Coppa contro la Valdinisi, deve rinunciare a Manzella, Pintabona, Picciolo, Crucitti e Maisano oltre ad Angrisani, squalificato, ma riabbraccia Brancati e Gazzetta; per i mamertini di mister Caragliano, tra i favoriti ai nastri di partenza della nuova stagione, sono ventuno i convocati cercando di iniziare il campionato con il piede giusto.

La cronaca
Primo tempo: si parte, torna il campionato dopo oltre sei mesi. Nel 3-5-2 locale trova posti dal primo minuto Portovenero in attacco insieme a Velardi, con Lo Presti al centro della difesa per sostituire Angrisani e il rientrante Brancati play davanti alla difesa. 4-3-3 per i mamertini che al 3' trovano la prima occasione del match con Matinella su azione di corner manda a lato di poco. Buona la partenza del Milazzo con pressing alto e costante che non permette una circolazione dal basso armoniosa per la squadra di Lucà. Al 7' si fa vedere con personalità il classe 2001 Angelo Cafarella, sinistro però strozzato che Alleruzzo blocca senza problemi. Resta a terra all'11' Lo Presti, dopo un ottimo intervento su Chicco D'Anna. Il difensore si accascia ed è costretto a lasciare il campo a Cucinotta. Inizio difficile per i padroni di casa che provano un blitz in avanti al 13' ma Di Vincenzo viene anticipato dall'uscita di Foti. Cresce il pressing locale al 15' una punizione battuta a sorpresa smarca La Vecchia che trova la pronta risposta dell'estremo difensore mamertino. La Messana sembra avere ora preso le distanze e al 24' Di Vincenzo parte con un'azione travolgente con Cardia che poi entra in possesso e lancia a sinistra su Mondello, tiro cross debole parato da Foti. Un minuto dopo resta a terra Alosi dopo un contrasto. Gioco fermo per un paio di minuti, il tempo di dare le prime cure al numero 8 che viene accompagnato a bordocampo senza essere in condizione di continuare. La gara non dà brividi, ma al 34' il Milazzo la sblocca: da corner, come da copione,. Matinella viene trovato smarcato sul secondo palo, il tocco viene intercettato da Davide Leo che insacca lo 0-1 ospite. Vantaggio a sorpresa in una parte del match che, contrariamente ai primi venti minuti, non stava riservando occasioni. La Messana accusa il colpo, e al 38' Alleruzzo stende Recupero ed è rigore per il Milazzo, ma Alleruzzo si riscatta parando in grande stile su Matinella. Al 42' il portiere di casa respinge bene su una punizione di D'Anna, poi dal limite ci provano Matinella e Cafarella ma senza esito. Dall'altra parte squillo ancora di Di Vincenzo, il più positivo dei suoi in fase offensiva, che incrocia bene ma non inquadra la porta. Dopo tre minuti di recupero termina la prima frazione. Milazzo in vantaggio ma la Messana, dopo un brutto inizio, ha ripreso in mano il match passando in svantaggio in una fase addormentata del match ma senza piegarsi definitivamente grazie anche ad Alleruzzo. Ripresa che si annuncia combattuta.

Secondo tempo: si riparte. Cambio tattico nella Messana che passa al 4-3-3,Iovine e Mondello terzini con Portovenero al centro dell'attacco e Di Vincenzo-Velardi sulle ali. Inizio di ripresa più propositivo per i giallorossi, oggi in maglia nera, che cercano molto gli esterni. All'8' Mondello viene lanciato in corsa e fa partire un sinistro velenoso deviato da Foti. Ancora pressione offensiva locale con Mondello che trova i pugni di Foti sulla sua punizione, nell'azione successiva il taglio centrale di Di Vincenzo non trova la porta. La Messana non concretizza e al 14' viene punita: D'Anna lancia Recupero che con un morbido lob scavalca Alleruzzo. Raddoppio ospite nel momento migliore per i padroni di casa che cercano subito di rispondere con un mancino di Velardi fuori misura. È Di Vincenzo l'uomo che sembra poter mettere più in difficoltà la retroguardia mamertina e al 21' su conquista un corner che Mondello spara in porta con Rasà che respinge sulla linea. L'azione prosegue, Foti rimette in mezzo e Cardia con il mancino trova la rete che riapre il match: 1-2. Padroni di casa adesso con un altro riferimento offensivo, con l'esperienza di Casella a dar fastidio alla difesa rossoblu. Doppio cambio per il Milazzo alla mezz'ora con Foti, portiere under, che lascia il posto al suo secondo Scibilia. Con solo un under in campo Caragliano spedisce dentro anche Torre per Calcagno. Partita ora molto impegnativa a livello nervoso per le due squadre: la Messana pressa alto e cerca di scardinare l'attenta difesa ospite, il Milazzo prova a sfruttare le azioni di ripartenza. Ne viene fuori una gara senza occasioni al momento, ma molto intensa. Al 36' però è Casella a firmare un vero e proprio capolavoro: punizione dai 35 metri dell'eterno bomber che insacca con un destro che bacia il palo. Gol bellissimo direttamente da fermo e gara di nuovo in parità, meritatamente per quanto messo in campo dalla Messana. Subito al contrattacco il Milazzo con Rasà che di testa manca di poco la porta su cross di Recupero. Al 44' tegola per la Messana: si ferma Alberto Mondello per un infortunio autonomo. Padroni di casa momentaneamente in dieci. Concessi quattro minuti di recupero. Il recupero scorre senza emozioni, tranne una conclusione esterna di Gazzetta che chiude il match: termina 2-2 per demeriti di un Milazzo che non ha saputo tenere in mano la partita chiusa dopo il doppio vantaggio, ma grandi meriti per una Messana che, ancora una volta, ha dimostrato di essere squadra vera senza disunirsi. Ottime prove individuali di Alleruzzo che ha parato un rigore e Iovine, praticamente perfetto se non per un paio di sbavature nel primo tempo. Gol della domenica di Casella, autore di una punizione fantastica per il pari.

Messana-Milazzo 2-2
Marcatori:
 34' pt D. Leo, 14' st Recupero, 22' st Cardia (Mes), 36' st Casella (Mes)

Messana: Alleruzzo, Iovine, Mondello (45' st Romeo), Lavecchia, Lo Presti (12' pt Cucinotta), Foti, Di Vincenzo (37' st Scimone), Brancati, Portovenero (20' st Casella), Cardia (29' st Gazzetta), Velardi. A disposizione: Merlino, De Luca, Arizzi, Mangano. Allenatore: Lucà. 
Milazzo: Foti (29' st Scibilia), D.Leo, Laquidara, Calcagno (29' st Torre), S.Leo, Marinella, Recupero, Alosi (29' pt La Spada), Cafarella (17' st Lembo), D'Anna, Arena (10' st Rasà). A disposizione: Irrera, Maio, Mazzara, Sterrantino. Allenatore: Caragliano.

Arbitro: Gabriele Cortale della sezione di Locri.
Assistenti: Giulio Sorace e Roberto Vella della sezione di Catania. 

Ammoniti: S. Leo (Mil), Calcagno (Mil), Portovenero (Mes), Lembo (Mil).