Pasquale Ferrara attacca: "Calpestata la mia dignità di uomo e allenatore"

L'ormai ex tecnico rossoblù, con una nota, ha espresso il proprio dispiacere per la fine della sua avventura mamertina, ma ha anche annunciato che tutelerà i propri diritti tramite i legali
26.03.2019 10:46 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Pasquale Ferrara attacca: "Calpestata la mia dignità di uomo e allenatore"

Ufficializzato l’esonero di mister Pasquale Ferrara dalla Ssd Milazzo, non si è fatta attendere la replica dell’ormai ex tecnico rossoblù: “Sono sinceramente e profondamente dispiaciuto dal fatto che la mia avventura a Milazzo sia terminata a due giornate dalla fine del campionato e con un quinto posto in classifica che, al momento, garantisce il play-off contro il Palazzolo”.

Queste le prime dichiarazioni di mister Ferrara, deluso dopo gli ultimi giorni vissuti in casa mamertina e che non esclude seri provvedimenti contro la società: “Purtroppo c’è stato un momento in cui, la scorsa settimana, è stata calpestata la mia dignità di uomo e di allenatore e in quel preciso istante non ho più retto mentalmente e fisicamente. I miei legali sono già al lavoro per tutelare i miei sacrosanti diritti. Non era mia intenzione abbandonare nessuno. Per capire bisogna conoscere e prima di giudicare è bene interpretare la situazione”.

Si preannunciano, quindi, ulteriori sviluppi nel rapporto tra la Ssd Milazzo e Pasquale Ferrara, che conclude la propria nota personale con un ringraziamento (quasi) generale: “Custodirò gelosamente nel mio bagaglio di ricordi le numerose gare che mi hanno emozionato, non solo per la conquista dei tre punti, ma anche e soprattutto per avermi fatto assaporare la sensazione di essere un tutt’uno con i nostri splendidi tifosi, che ringrazio infinitamente insieme agli atleti e ai miei collaboratori, per averi supportato e sopportato in questi lunghi mesi”.