Torma e Castorina alzano la voce: “In troppi parlano male del Messina”

I due uomini mercato biancoscudati non ci stanno: “Addetti ai lavori, procuratori e dirigenti ci hanno impedito di fare mercato. Tanti pupari ci hanno infastidito”. E c’è un appello ai tifosi
19.12.2018 20:19 di Antonio Billè Twitter:   articolo letto 1218 volte
Torma e Castorina
Torma e Castorina

Non c’è Oberdan Biagioni in sala stampa dopo il successo con il Castrovillari, ma a prendere la parola in casa Messina sono il direttore sportivo Gianluca Torma e il responsabile dell'area tecnica Salvatore Castorina. I due, quasi uniti in una sola voce, non le mandano a dire e “denunciano” le difficoltà riscontrate nell’operare durante l’ultima sessione di mercato.

Inviperito soprattutto il ds: “Sono stato in silenzio per tanto tempo - spiega Torma - soprattutto per non rispondere alle tante cose che sono state dette in giro e che ci hanno impedito di fare mercato per bene. Non riesco a essere contento nonostante questa vittoria importante e sto riflettendo anche sul mio futuro: tanta gente parla senza conoscere la situazione e, anche se il nostro mercato non è finito e stiamo valutando altri giocatori, è difficile operare perché ci sono tante voci che ci destabilizzano. Ce l’ho con tanti addetti ai lavori, dirigenti e procuratori che hanno seminato tante cose poco oneste sul Messina e adesso mi hanno proprio rotto! Ho notato tanta cattiveria nei nostri confronti, ci sono tanti pupari che ci stanno dando fastidio e ci ostacolano manovrando da dietro. Voglio, poi, chiedere umilmente ai tifosi, che hanno preso una decisione che rispetto, di tornare a starci vicino. Noi stiamo cercando di compattarci e unirci, abbiamo bisogno di tempo e spero che i tifosi tornino al nostro fianco. Balde? Crediamo fortemente in lui, ma dobbiamo aspettare il transfer che dovrà arrivare dalla Libia, perché in estate aveva firmato un contratto con una squadra di quel paese. Noi speriamo di averlo già domenica, ma non possiamo dare certezza”.

Più pacato, ma comunque deciso, Salvatore Castorina: “Noi siamo persone di fatti - dice - e non di chiacchiere come chi ci ha preceduto. Ci sono state tante dicerie e cose non vere che hanno fatto scemare l’appeal del Messina. Al di là delle difficoltà, speriamo che questa vittoria sia l’inizio di nuovo ciclo: la classifica non ci aiuta, ma ci serve tempo e ora dobbiamo solo giocare da provinciale per risalire la china. La nostra forza deve essere il gruppo, perché sono certo che con voglia, determinazione e grinta i risultati verranno senza dubbi. Domenica bisogna continuare con una nuova vittoria per gettare le basi per un ritorno più roseo che faccia riavvicinare tutti i tifosi”.