Città di Messina, il punto più basso. La sfida con il Locri vale la stagione

Il 6-0 subito contro la Turris è la sconfitta più pesante per i giallorossi che, giovedì, hanno un'occasione unica. Vincere contro i calabresi è obbligatorio per credere nei play-out
16.04.2019 10:24 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
La disperazione di Argomenti
La disperazione di Argomenti

Alti e bassi, su e giù, esattamente come sulle montagne russe. Un'immagine che accompagna da inizio stagione le sorti del Città di Messina. Una squadra capace di raggiungere picchi altissimi per poi toccare il fondo del baratro. Ad esattamente un girone di distanza, la Turris rappresenta in pieno questa situazione: all’andata i giallorossi giocano la partita perfetta e vincono contro la corazzata, al ritorno subiscono la peggior sconfitta della stagione. Zero scuse e zero alibi: dopo l’importante vittoria contro l’Acireale, era lecito attendersi una prestazione diversa in una partita nella quale non c’era nulla da perdere. E, invece, il Città di Messina perde la faccia nell’ultima trasferta in Campania alla ricerca di nuovo le sue certezze.

Proprio da questo aspetto dovrà ripartire mister Furnari alla vigilia di una gara di fuoco contro il Locri, una vera e propria finale in ottica playout. Nell’ultimo turno, infatti, i calabresi hanno avuto la meglio sull’Igea Virtus condannandola alla retrocessione. Ma non è tutto: il Rotonda ha superato il Roccella 2-0 e si è rilanciata definitivamente verso un posto in griglia playout. I lucani salgono a quota 27 punti ai quali si aggiungeranno, sicuramente, tre punti a tavolino per la sfida contro il Troina.
Nel giro di una settimana, il Città di Messina si ritrova nuovamente sull’orlo del precipizio. L’unica cura e soluzione ai problemi? La vittoria nel match pre pasquale contro il Locri. L’obiettivo dei giallorossi è vincere le prossime tre partite per garantirsi un buon piazzamento in ottica playout, con il favore della sfida tra le mura amiche.
Dopo la sfida contro i calabresi di giovedì, Bombara e compagni se la vedranno contro Igea Virtus e Castrovillari. Tuttavia il futuro passa dalla prossima sfida e, in questo momento della stagione, fare calcoli risulterebbe controproducente. All’andata Galesio e Codagnone firmarono in blitz fuori casa per un Città di Messina che volava sulle ali dell’entusiasmo alle porte dei playoff. Oggi la situazione è diametralmente cambiata e i giallorossi devono, nuovamente, risollevarsi. Servirà la forza di tutti, una compattezza attorno al proprio mister e uno sforzo oltre qualsiasi limite tecnico e mentale. Giovedì al Despar Stadium, una partita che sa tanto di sfida verità.