Messina a Paceco senza Maiorano. Mercato: c'è Ingretolli, idea low cost

L'esperto centrocampista è stato operato dopo aver rimediato la frattura dell'avambraccio. Tornerà in gruppo tra una settimana. Il ds Lamazza è sempre vigile sul fronte trattative: spunta Rabbeni
 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 1100 volte
Stefano Maiorano
Stefano Maiorano

Dopo il lunedì di riposo, il Messina è tornato al lavoro per preparare al meglio la delicata trasferta di Trapani con il Paceco. Penultima forza del campionato, la squadra di mister Di Gaetano domenica scorsa ha fatto soffrire la capolista Troina (ko per 2-1 arrivato solo al 91') e vuole conquistare punti preziosi nella lotta alla salvezza.

Mister Modica non avrà a disposizione Stefano Maiorano, che nel primo tempo della sfida di domenica con la Sancataldese ha riportato la frattura all’avambraccio. Il giocatore è stato operato nella mattinata di lunedì presso la clinica COT di Messina e ritornerà in gruppo solo martedì prossimo. Ai box anche Biagio Carini, vittima di un grave trauma distorsivo al ginocchio. Differenziato, invece, per Bruno e Lavrendi. Oggi è in programma una doppia sessione al Celeste.

Capitolo mercato: l'attaccante Giuseppe Meloni è sempre più lontano dal Messina. La differenza tra domanda e offerta sull'ingaggio, che già aveva fatto saltare la trattativa in estate, continua a essere troppo evidente e il matrimonio tra le parti è destinato a non celebrarsi. Lamazza, che non può tergiversare oltre, si è così fiondato su Cristiano Ingretolli: non esattamente un bomber di razza (appena 5 reti in 70 gare tra i professionisti), ma più un centravanti di manovra che potrebbe rappresentare un'importante idea low cost che metterebbe d'accordo tutti. Più difficile arrivare a Luciano Rabbeni che, invece, sarebbe un sicuro top player per la categoria: quasi 60 centri in oltre 170 gare di Serie D, rappresentano un biglietto da visita che parla da solo per un ragazzo che è stato protagonista nel 2017 con le maglie di Sicula Leonzio e Latina.