Messina, salvarsi in armonia prima del definitivo rilancio

Ultimi allenamenti in totale serenità per i biancoscudati prima del weekend libero. Il futuro di questo Acr passa da salvezza diretta e Coppa Italia. Dopo Tedesco, Catalano intervista Selvaggio
07.03.2019 14:30 di Antonio Billè Twitter:   articolo letto 731 volte
Fonte: Tcf tv
Messina, salvarsi in armonia prima del definitivo rilancio

Un mese che ci ha raccontato un Messina mai visto in stagione e che, al di là della contestazione alla società, ha regalato alla tifoseria il piacere di rituffarsi nei novanta minuti della partita, trascinati da un gruppo che lotta con orgoglio per raggiungere il proprio obiettivo.

Dieci punti in quattro gare e la voglia di non fermarsi per non lasciare nulla al caso, una volta ottenuta la salvezza diretta. Sa, la squadra, che dal mantenimento della categoria senza passare dai playout e magari dalla vittoria della Coppa Italia, passa buona parte del futuro del Messina calcio. L’operazione rilancio mai riuscita a Sciotto & company, alletta almeno altri tre gruppi imprenditoriali con, sullo sfondo, il bando per la concessione degli stadi che, in questo caso, ha una valenza più che significativa.

Oltre all’arcinoto interesse dell’attuale presidente della Sicula Leonzio Giuseppe Leonardi, la cui goffa smentita ha avuto solo il potere di confermare le notizie che circolano, hanno manifestato interesse per l’Acr Messina un gruppo di imprenditori campani e un altro del Nord Italia. Nulla di concreto sotto il sole, ma un interesse che fa ben sperare in vista del futuro.

Intanto, gli ultimi due giorni di allenamento, prima del rompete le righe e del weekend libero, proseguono con la serenità che ha caratterizzato quest’ultimo periodo. E l’attaccante Giovanni Catalano, dopo aver intervistato il compagno di reparto Tedesco, ha bissato il simpatico siparietto con il centrocampista Andrea Selvaggio. Operazione riuscita nonostante il disturbo di Salvatore Cocimano.