Rando: "Messina, gioca col sangue agli occhi". Esposito e Saverino titolari

Contro il Roccella la punta e il classe 2001 dal 1', chance anche per Siclari. Il mister: "Non ci sono squadre materasso, siamo fortunati a giocare qui"
19.10.2019 16:57 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Rando: "Messina, gioca col sangue agli occhi". Esposito e Saverino titolari

Cerca un pronto riscatto il Messina che, dopo la sconfitta di Cittanova, ospita al San Filippo un'altra calabrese, il Roccella. Mister Rando, dopo il primo ko in panchina, si dimostra fiducioso nel pregara: "La settimana dopo una sconfitta immeritata non ti lascia tranquillo, ma da parte di tutti c'è la volontà di riprendere subito il cammino positivo che stavamo intraprendendo e regalare una bella prestazione ai tifosi". Non ci saranno Cristiani e Strumbo: "Forse torneranno la prossima settimana, ma Esposito migliora costantemente e potrebbe essere subito della partita; col passare del tempo la condizione migliora per tutti e sappiamo che non veniamo da un periodo fortunato quanto a infortuni, ma non deve essere un alibi dato che abbiamo già dimostrato, e penso alla partita col Castrovillari, che l'atteggiamento può sopperire a tutto".

Col Palermo che scappa, il Messina si deve calare in una nuova dimensione: "Parlare di playoff per una società che ha investito tanto e ha cercato di fare le cose per bene è riduttivo, ma la nostra realtà ora è questa; ho detto ai ragazzi di giocare per i tre punti e trarre il massimo da ogni partita. Siamo a Messina, non in una piazza che si può permettere di giocare per il pareggio e vivacchiare in D; noi siamo persone fortunate e giochiamo in una piazza invidiata anche dal professionismo, dobbiamo dare il massimo, sudare e giocare col sangue agli occhi per questa piazza".

Avversario di domani il Roccella, reduce dalla vittoria con l'Acireale, che "potrebbe sembrare piccola, ma il campionato ci dice che non ci sono squadre materasso e dovremo affrontare il match con determinazione e concentrazione contro un avversario che esprime buone qualità". Per quanto riguarda le faccende di campo, sistemi di gioco e la posizione di Crucitti: "Tutti i giorni lavoriamo con due squadre schierate con moduli diversi, Antonio sa bene che ha ampio margine di movimento, numeri alla mano è quello che ha creato più occasioni e assist; con il 433 fino alla scorsa settimana questa squadra era imbattuta, qualche risultato importante e un gioco che piace alla gente sta arrivando, la strada da continuare può essere quella".

Capitolo formazione: si va verso la conferma del tridente con due cambi importanti: Esposito per Coralli al centro dell'attacco, con una prima linea "matura" e Siclari che prenderebbe il posto di Orlando sulla corsia mancina. A centrocampo Saverino tornerà titolare per Buono, mentre il quarto under sarà Marfella che sfilerà la maglia da titolare a Fragapane. Torna tra i convocati anche Bonasera, out i soli Cristiani e Strumbo.

Il probabile 11:
Avella; De Meio, Bruno, Ungaro, Marfella; Saverino, Sampietro, Ott Vale; Crucitti, Esposito, Siclari.

I convocati:
Portieri: Michele Avella, Alessio Pozzi.
Difensori: Francesco Barbera, Francesco Bruno, Vincenzo De Meio, Francesco Forte, Alessandro Fragapane, Antonello Giordano, Simone Marfella, Eugenio Nardelli, Gaetano Ungaro.
Centrocampisti: Giuseppe Bonasera, Francesco Buono, Nicolò Capilli, Facundo Ott Vale, Gianluca Sampietro, Francesco Saverino.
Attaccanti: Angelo Cafarella, Claudio Coralli, Antonio Crucitti, Gennaro Esposito, Francesco Orlando, Giuseppe Siclari.