CdM, Cosimini: "Stagione positiva, adesso viene il bello. Devo tutto a Lo Re"

Manca poco al termine della stagione per le giovanili giallorosse. Il tecnico delle formazioni Under 17 e Under 19 ha parlato della sua avventura sulla panchina peloritana
01.05.2019 10:09 di Francesco Morabito Twitter:    Vedi letture
Giuseppe Cosimini
Giuseppe Cosimini

Città di Messina, a far parlar di sè non è solo la prima squadra di mister Giuseppe Furnari ma anche il settore giovanile, vero fiore all'occhiello della società del presidente Maurizio Lo Re. Da diversi anni è tra i migliori vivai della Sicilia e da quest'anno non solo. Sulla panchina giallorossa siede uno dei migliori, riconosciuto dai vari addetti ai lavori, allenatori del settore giovanile del territorio peloritano, il mamertino Giuseppe Cosimini. Il tecnico delle formazioni Under17 e Under19 del Città di Messina ha raccontato la sua bella e proficua esperienza in questi ultimi anni con la società messinese.

Nell'ultimo periodo, il CdM di mister Ardizzone ha vinto il campionato U15 ed è alle fasi regionali, l'U17 ha superato La Meridiana e prenderà parte alla fase regionale, mentre l'U19 ha stravinto la finale regionale contro l'Igea Virtus e parteciperà alla fase nazionale.
"Sono soddisfatto dei miei ragazzi e dei loro sforzi ma adesso inizia la fase più importante della nostra stagione. Sono rammaricato per come sia andato il campionato dell'U17 poichè da imbattuti abbiamo perso il campionato: un ricorso ci ha tolto la prima posizione e ci ha demoralizzato. Una mia caratteristica è estrapolare il positivo dal negativo e i miei ragazzi ci sono riusciti alla perfezione. Per quanto riguarda la vittoria del campionato regionale di Serie D è stata inaspettata visto che abbiamo partecipato con parecchi 2003 a una competizione cosi difficile. Non pensavamo di arrivare fino in fondo, siamo contenti per il grande lavoro svolto ma ancora non è finito qua, vogliamo essere ancor di più la rivelazione di questa categoria. Voglio ringraziare la società per la fiducia ma soprattutto per l'organico che mi ha messo a disposizione e al mio collaboratore, voluto fortemente, per il grande rendimento fisico dei ragazzi durante i due campionati".

Nel corso della sua avventura, l'anno scorso il responsabile del settore giovanile era un grande conoscitore di calcio grazie alla sua lunga esperienza come Angelo Alessandro, mentre quest'anno alla guida c'è un grande simbolo e figura del calcio messinese, Carmine Coppola. Con chi si è trovato meglio?
"Non ho nessuna preferenza, sono due grandissime persone. Il direttore Angelo Alessandro è un grandissimo professionista mentre Carmine Coppola è stata una sorpresa, non pensavo che si potesse creare un così bel rapporto. Viviamo il calcio nella stessa maniera e questa cosa mi ha colpito molto".

La "mission" prefissata dal presidente Maurizio Lo Re sta funzionando alla grande e il merito è anche di mister Cosimini, vero e proprio fuoriclasse della crescita calcistica di ogni singolo ragazzo. 
"La vittoria dei campionati nel mondo giovanile lasciano il tempo che trovano. Il principale obiettivo è la crescita del calciatore. La nostra vittoria è vedere i nostri ragazzi andare avanti. Questa stagione ci siamo tolti tante soddisfazioni: Davide Dama dalla prima squadra al Bologna, Marco Trimboli e Pietro Grasso convocati alla Juniores Cup, Giuseppe Amante e Giuseppe Bonasera in Rappresentativa Regionale LND U17 e Pietro Junior Santapaola in Nazionale Dilettanti Under 16".

Dopo 12 anni di carriera nel settore giovanile, mister Giuseppe Cosimini si è già prefissato qualche prossimo obiettivo personale o continuerà la sua avventura al Città di Messina?
"Personalmente devo tutto al presidente Maurizio Lo Re! E' sempre con noi, ci segue dappertutto, crede nel suo staff e nel potenziale dei suoi ragazzi. Quando si concluderà il finale di stagione sia con gli Under 17 e Under 19 valuteremo. E' giusto che abbia i miei obiettivi personali, non mi importa la categoria, se prima squadra o giovanili. Voglio un progetto serio come ho trovato al Città di Messina e momentaneamente sono contento e fiero di continuare con questa società".