Il San Fratello punta sugli juniores: confermati quattro giovani calciatori

Dopo l'attaccante Carbonetto restano in neroverde anche il portiere Simone Crimaldi classe 2002, il centrocampista 2001 Matteo Emanuele, l'attaccante 2002 Salvatore Marino e il centrocampista 2003 Salvatore Nicosia
06.08.2020 16:08 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Il San Fratello punta sugli juniores: confermati quattro giovani calciatori

Nei giorni scorsi la lista delle conferme del San Fratello si era arricchita con un nome importante e, adesso, tocca ai giovani talenti neroverde. Dopo il capitano Calabrese, Bontempo, Drago Versaci resta anche il. bomber sanfratellano, classe 1992, Benedetto Carbonetto, che ha scelto di rimanere per disputare il campionato di Promozione.

All'esperto attaccante si sono aggiunti quattro juniores cresciuti nelle giovanili della società neroverde. Il portiere Simone Crimaldi classe 2002: Reale lo ha gettato nella mischia diverse volte dandogli fiducia pur avendo un portiere titolare del calibro di Salvatore Versaci.

Matteo Emanuele, classe 2001, centrocampista già capitano degli Allievi e Juniores, ha disputato diverse gare sia come terzino ma, soprattutto, come centrocampista, accanto agli esperti Mangione, Bontempo e Margò.

Salvatore Marino, classe 2002, attaccante: il baby bomber ha giocato diverse partite come titolare contribuendo alla vittoria del campionato. Stare accanto a Calabrese e Carbonetto gli è servito tanto per maturare come giocatore e come uomo.

Infine, Salvatore Nicosia, centrocampista classe 2003. Reale lo ha voluto in prima squadra dopo averlo visto giocare in una gara di allenamento. Non ha avuto la possibilità di scendere mai in campo a causa del blocco dei campionati, ma sia Reale che mister Emanuele delle capacità del giovane calciatore.

Il San Fratello sta così puntando molto sul settore giovanile ma nello stesso tempo cerca di non far bruciare le tappe a ragazzi che non hanno mai disputato una gara vera in un campionato di Prima categoria. L’obiettivo è inserirli gradualmente, facendoli lavorare con gente che i campi della Promozione li conosce bene.