Città di S.Agata di nuovo a lavoro. Venuto: "Vedo grande concentrazione"

I biancoazzurri hanno ripreso in vista del primo impegno del nuovo anno. Si attende la data ufficiale per la riapertura del "Fresina"
28.12.2018 16:03 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 214 volte
Fonte: www.cittadisantagata.it
Città di S.Agata di nuovo a lavoro. Venuto: "Vedo grande concentrazione"

Dopo un paio di giorni liberi concessi dal tecnico Antonio Venuto per le festività natalizie, già da ieri pomeriggio il Città di Sant’Agata è tornato a lavoro. Quello che stanno svolgendo Zingales e compagni non è un “richiamo di preparazione”, ma un lavoro specifico affinchè la condizione rimanga ottimale per affrontare la seconda parte di stagione. In seno alla squadra vige massima tranquillità e si respira un clima di grande armonia e convinzione. Ciò è dettato da almeno un paio di fattori: il mercato di riparazione ha portato in dote giocatori di spessore in grado di far alzare l’asticella e, soprattutto, il ritorno al Fresina appare sempre più imminente. Sulla data fatidica non si hanno ancora certezze, servirà qualche giorno, ma l’impressione è che il countdown volga verso la fine.

Molto soddisfatto di come sta lavorando la squadra il tecnico Venuto: "Vedo grande concentrazione e applicazione, ma la cosa che più mi fa ben sperare per questo girone di ritorno, è la voglia che vedo nei miei ragazzi di centrare obiettivi importanti. Licata e Canicattì hanno qualche punto in più di noi, partono quindi in pole position, ma noi dobbiamo essere bravi ad approfittare se loro avranno qualche sbandata. Se ciò non dovesse accadere a fine stagione li applaudiremo. Io sono però convinto della forza della mia squadra e sono certo che renderemo la vita dura a tutti fino alla fine".
Una convinzione che cresce giorno dopo giorno, perchè i nuovi arrivati si stanno integrando benissimo in un gruppo che già era importante: "Con i vari Gatto, Carioto, Piyuka, Lo Giudice e Di Giovanni abbiamo aumentato il tasso quantitativo e qualitativo della squadra, che mi permette di poter attuare vari sistemi di gioco e, se cene fosse bisogno, cambiarli a partita in corso. Un altro grande aiuto potrebbe arrivare da quello che è un traguardo che sembra vicino, cioè il ritorno al Fresina. Io ho molta stima del pubblico santagatese e - ha aggiunto il tecnico - molta fiducia in loro. Nonostante abbiamo giocato tutto il girone di andata a Gliaca di Piraino, un po’ di gente veniva a sostenerci, ma spero e credo che quando torneremo al Fresina saranno molti di più e reciteranno al meglio la loro parte. Noi faremo di tutto per non deludere le aspettative e lavorando come stiamo facendo spero di portare il Sant’Agata più in alto possibile”.