Una nuova Perla nello Ionio: fusione tra Sporting Taormina e Sp. Atene

Sotto la regia di un gruppo imprenditoriale messinese, il presidente Mario Castorina accoglie il settore giovanile del duo Spanò-Mangano. A breve ufficialità e nuova denominazione. In panchina Lu Vito?
03.07.2020 09:31 di Gregorio Parisi Twitter:    Vedi letture
Il Bacigalupo di Taormina
Il Bacigalupo di Taormina

Può finalmente sorridere il presidente dello Sporting Taormina Mario Castorina che negli anni ha spesso lamentato il mancato sostegno da parte del tessuto imprenditoriale locale. A breve, infatti, sarà ufficializzata la fusione con lo Sporting Atene di Nicola Spanò è Natale Magano, il cui settore giovanile confluirà interamente nel sodalizio ionico che avrà anche una nuova denominazione. Il tutto sotto la regia di un team di lavoro di imprenditori messinesi, conseguenza della separazione dall’Atletico Messina dopo un solo anno di non semplice coabitazione.

Adesso una nuova avventura all’orizzonte: Giovanni Cardullo sarà il direttore generale della società che sarà ancora presieduta da Castorina con Mangano a fungere da vice. Presente anche il segretario Gaetano La Versa per un progetto a forti tinte messinesi attorno al quale continueranno a gravitare le scuole calcio F24 di Carmine Coppola e Messina Soccer School del presidente Raffaele Farina.

Sfumato per la panchina il sogno Peppe Furnari, confermato dall’Igea 1946, sono già iniziati i colloqui con alcuni allenatori emergenti che si sono messi in luce nella stagione appena conclusa: su tutti è forte il nome di Eugenio Lu Vito, reduce da una buona stagione in Promozione alla guida del Città di Calatabiano. Sul fronte dei calciatori, invece, si partirà dalla base dei fedelissimi dello Sporting Taormina e da un folto gruppo di messinesi da sempre legati al gruppo imprenditoriale cittadino. Tra questi resta incerto il futuro di Domenico Bombara che potrebbe decidere di appendere le scarpette al chiodo per dedicarsi solo all’attività di allenatore con un ruolo di responsabilità nel settore giovanile.

Pressoché definita anche la situazione logistica: il settore giovanile si allenerà interamente al Garden Sport e disputerà le partite al Bacigalupo. Due sedute a Mili Marina, invece, per la prima squadra che svolgerà partitella infrasettimanale, rifinitura e gare casalinghe sul sintetico taorminese. Infine si lavora anche su un eventuale restyling del logo: a tal proposito si sarebbero già insediati i responsabili dell’area comunicazione, del marketing e il videomaker.