Pesanti sanzioni per il Rende che, dopo la sconfitta in casa del Dattilo, è stato punito dal giudice sportivo: alla società è stata inflitta un’ammenda di 2.500 euro e una giornata di squalifica del campoper indebita presenza al termine della gara, nell'area degli spogliatoi, di persona non identificata ma chiaramente riconducibile alla società, la quale si avvicinava al Direttore di gara con atteggiamento minaccioso rivolgendogli reiterate espressioni offensive lanciando uno sputo che attingeva l'Ufficiale di gara sulla schiena. Sanzione così determinata in ragione della manifesta offensività della condotta in violazione delle misure di contenimento per la pandemia da Covid-19”.
Una decisione che costringerà i calabresi a giocare la prossima gara interna lontano dal “Marco Lorenzon”: la sfida contro il Troina del 2 maggio si disputerà quindi in campo neutro.

Match che l’allenatore biancorosso Tommaso Napoli dovrà seguire dalla tribuna, così come il successivo contro il Santa Maria Cilento, in virtù delle due giornate di squalifica in quanto allontanato “per avere rivolto espressioni offensive all'indirizzo di un assistente arbitrale”.

Un turno di stop, invece, per mister Francesco Galati del Roccella,per proteste nei confronti dell'arbitro”, che non potrà sedere in panchina nel recupero contro l’Fc Messina di domenica 25.

Per quanto riguarda i calciatori, invece, una gara di squalifica per Mazzotti, Guarnera (Paternò), Maimone (Biancavilla), Galfano (Dattilo) e Lomasto (Acr Messina). Il difensore giallorosso salterà la sfida interna contro il Santa Maria Cilento, mentre il compagno di reparto, Sabatino, è entrato in diffida dopo il nono cartellino giallo in campionato.

Sezione: Serie D / Data: Gio 22 aprile 2021 alle 13:07
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print