Il Messina torna a respirare: ripresa da sogno e Turris ribaltata 5-2

Corallini avanti 0-2 al 45' con Vacca e il rigore di Aliperta. Nell'intervallo la scossa biancoscudata: Catalano, Traditi, Ferrante, Marzullo e Arcidiacono confezionano una cinquina da urlo
10.02.2019 14:25 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 9018 volte
Il Messina torna a respirare: ripresa da sogno e Turris ribaltata 5-2

La vice capolista Turris di scena al “Franco Scoglio” contro un Acr Messina costretto a vincere per sperare nella salvezza diretta. Match da non fallire e che mister Biagioni affronta con il 4-3-3, senza gli squalificati Bossa e Dascoli, mentre il difensore Zappalà parte dalla panchina, così come Marzullo e Tedesco.
Quindi, Lourencon in porta, difesa a quattro con Ferrante e Ba centrali e Biondi e Barbera sugli esterni; in mezzo Janse, Amadio e Traditi mentre in attacco Arcidiacono, Catalano e Cocimano.
Stesso modulo per la Turris che, priva del bomber Longo, si affida in avanti a Guarracino, Cunzi e Celiento.
Ingresso in campo tra i fischi per il presidente Sciotto, contestato dai pochi tifosi presenti in curva.

Primo tempo: Al 1' Cocimano manda in profondità Arcidiacono che supera con un tocco sotto Casolare in uscita, ma la sfera esce di un soffio. Messina subito vicino al vantaggio. Dopo il buon avvio è la Turris che prende in mano il gioco ma la seconda occasione è ancora per i locali, al tiro con Arcidiacono, ribattuto da un difensore. La Turris gestisce e colpisce al 20': il rinvio di Ba è ribattuto da Fabiano, la palla arriva a Guarracino che cede al limite a Vacca e preciso tiro all'angolino che batte Lourencon. Al 27' rigore per la Turris: Celiento al limite e già in precario equilibrio viene scalciato da Janse e dal dischetto Aliperta raddoppia. Messina senza idee: al 28' è 0-2. Ci sono solo i campani: al 33' su azione d'angolo, palla al limite a Fabiano, sinistro potente ma alto. Al 35' occasione per i giallorossi: punizione da sinistra di Catalano, che si stampa sul palo, poi l'azione prosegue, Ferrante tenta il tiro e nella mischia in area ospite fallo di mano di un difensore ospite non ravvisato dall'arbitro tra le proteste locali. Finisce il primo tempo: la Turris non brilla ma è concreta sfruttando anche le incertezze di un Messina pericoloso solo in due occasioni.

Secondo tempo: Si ricomincia con Marzullo in campo al posto di Janse. Arretra Cocimano e il neo entrato al centro dell'attacco. Al 9' il Messina riapre il match: bellissima punizione dal limite di Catalano che batte Casolare. All'11' angolo di Catalano e colpo di testa di Traditi: in pochi minuti il Messina ristabilisce la parità. Al 15' si rivedono i campani: Lourencon respinge con i pugni un cross da destra, palla al limite ad Aliperta, controllo e tiro di poco alto. Al 18' Cocimano per Arcidiacono, che entra in area e incrocia di sinistro ma palla sul fondo. Al 21' traversone di Catalano per Arcidiacono che, da due passi, tenta il pallonetto, Casolare con una mano riesce a deviare in angolo, un vero miracolo del portiere. Al 23' il Messina completa la rimonta: punizione di Catalano e sul secondo palo spunta Ferrante per la deviazione vincente. Messina trasformato nella ripresa: al 27' l'ottimo Catalano lancia Marzullo che davanti a Casolare incrocia di destro e firma il poker. Dopo il poker giallorosso la Turris cerca di alzare il baricentro ma senza creare grandi pericoli dalle parti di Lourencon. Buona la tenuta del Messina che, al 42' deve rinunciare a Marzullo, infortunato e sostituito da Selvaggio. Al 50' il Messina chiude definitivamente il match: contropiede di Selvaggio che serve Arcidiacono, destro sul palo lontano e 5-2. Al 52' rosso a Celiento, per fallo di reazione su Tedesco. Finisce così 5-2: secondo tempo perfetto del Messina che, sotto di due reti a fine primo tempo, doma la Turris in meno di trenta minuti e nel finale arrotonda ritrovando il successo dopo due sconfitte consecutive. La squadra sotto la curva sud si prende gli applausi dei tifosi che, invece, contestano Sciotto.

ACR MESSINA-TURRIS 5-2
Marcatori: 20' Vacca (T), 28' (rig.) Aliperta (T), 9' st Catalano, 11' st Traditi, 23' st Ferrante, 27' st Marzullo, 50' st Arcidiacono

Acr Messina: Lourencon, Biondi, Barbera, Traditi, Da, Ferrante, Arcidiacono, Janse (1' st Marzullo - 42' st Selvaggio), Amadio (20' st Tedesco), Cocimano (47' st Carini), Catalano (31' st Zappalà). A disp.: Meo, Sambinha, Aldrovandi, Mancuso. All.: Biagioni
Turris: Casolare, Esempio (40' st Franco), Riccio, Di Nunzio, Formisano, Aliperta, Fabiano (28' st Di Dato), Vacca, Guarracino (33' st Palmieri), Cunzi (20' st Addessi), Celiento. A disp.: D’Inverno, Lagnena, Auriemma, Esposito, Fibiamo. All.: Salvatore
Arbitro: Picchi di Lucca
Assistenti: Corradoni di Basso Friuli e Ruperto di Lamezia Terme
Ammoniti: Esempio (T), Riccio (T), Barbera (M), Arcidiacono (M)
Espulsi: 52' st Celiento (T)