Inaugurato il campo da baseball del complesso sportivo Primo Nebiolo

Risorge lo storico impianto dell'Annunziata. Grande la soddisfazione del magnifico rettore e del presidente della federazione italiana
 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 260 volte
Inaugurato il campo da baseball del complesso sportivo Primo Nebiolo

Con il lancio di Rino Reppetto, autentica istituzione del baseball cittadino, ha ripreso vita il diamante del complesso sportivo “Primo Nebiolo”. Orgoglio e grande soddisfazione di tutti presenti e, in particolar modo, di coloro i quali hanno fattivamente collaborato, per restituire alla sua originaria funzione, una struttura troppo a lungo utilizzata per scopi estranei a quelli propriamente suoi.

La corsa contro il tempo, iniziata nella seconda metà di gennaio si è conclusa nella mattinata di oggi, quando, alle 10,30, alla presenza del rettore Pietro Navarra e del presidente della Federazione Italiana Andrea Marcon, si è svolta l’inaugurazione dell’impianto, proseguita con il consueto taglio del nastro. Progettato per ospitare le universiadi del 1997 e considerato, all’epoca, una vera eccellenza, lo stadio rappresenterà, nuovamente, un fiore all’occhiello sia, per il CusUnime che ne curerà la gestione, sia per l’intera collettività messinese, finalmente, riappropriatasi di un luogo di aggregazione e sport.

“Il baseball torna a ritagliarsi un posto importante anche nella nostra città. – Ha commentato il rettore – La presenza del presidente della Federazione non è un caso, ma il chiaro segno dell’impegno per costruire, in futuro, qualcosa di importante”. Al coro si è unito anche Nino Micali, massimo dirigente del Cus. “Ringraziamo l’Università per il sostegno, noi abbiamo messo il lavoro dimostrando, come con le giuste leve ogni traguardo può essere raggiunto”. Parole di elogio sono giunte, infine, dallo stesso Marcon: “Vivevo la dismissione dell’impianto quale ferita personale, la sua resurrezione è linfa fondamentale per l’intero movimento”.

Sbrigati i convenevoli di rito, sul campo tanti piccoli atleti si sono misurati nelle fasi finali del torneo interscolastico di baseball e softball 2017, divertendo i numerosi spettatori accorsi. In palio tre mesi di frequenza alla scuola di baseball e softball del Cus Unime. A contendersi l’ambito premio: Le Pantere (classe 5^ F del Plesso Cristo Re dell’Istituto Paino – Gravitelli), Tiger (classe 5^ B dell’Istituto Boer – Verona Trento, già vincitrice della Little League promozionale “CUS Unime Boer – Verona Trento”), The Capuans (classe 5^ del plesso di Castanea dell’Istituto Villa Lina – Ritiro), Baseball Squad (classe 5^ del plesso Gescal S. Giovannello dell’Istituto Albino Luciani), ed i Baseball Friends (classe 4^ D della scuola Galatti – i più piccoli partecipanti alle finali)