Coppa Italia: l'Igea supera l'Acquedolci in pieno recupero

Al "Vasi" finisce 1-2: vantaggio giallorosso di Tricamo, risponde Carrello ma al 96' Biondo regala il primo successo alla squadra di mister Furnari
09.09.2020 19:09 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Santino Biondo
Santino Biondo

Si è chiuso con la sfida dello stadio “Vasi” di Gliaca di Piraino il primo turno di Coppa Italia di Eccellenza. Il match, non disputato domenica tra Acquedolci e Igea 1946 (indisponibilità del campo), è stato recuperato questo pomeriggio e il primo match ufficiale tra le due matricole ha premiato i giallorossi di mister Peppe Furnari, che si sono imposti 2-1 con il gol decisivo siglato in pieno recupero.

La prima frazione scivola via senza eclatanti palle gol, ma con le due squadre che cercano di pungere. Il risultato non si sblocca o si va all’intervallo sempre sullo 0-0. Parità che resiste, però, fino al 60’ quando sono gli ospiti e portarsi in vantaggio: il primo gol stagionale porta la firma del difensore Stefano Tricamo che, sugli sviluppi di una punizione di Assenzio, stacca di testa a centro area e batte il portiere biancoverde Paterniti, all’esordio con la squadra di mister Perdicucci.

L’Acquedolci si riorganizza e al 76’ con Ninni Carrello che, neanche in Eccellenza perde il vizio del gol: il giovane attaccante, entrato dalla panchina, sfrutta al meglio il filtrante di Parafioriti e di destro supera Lo Monaco. Sull’1-1 biancoverdi e giallorossi provano a farsi vedere pericolosamente in avanti, ma la svolta arriva al 96’: angolo di Ferraù, batti e ribatti in area locale, palla a Santino Biondo che, con una girata al volo di destro, piazza la sfera all’angolino dove Paterniti non può arrivare.

È l’1-2 che regala la prima vittoria stagionale ai barcellonesi e un importante successo esterno in vista della gara di ritorno in programma domenica al “D’Alcontres-Barone”. Un risultato che permette all’Igea di poter gestire il match, mentre per l’Acquedolci saranno già 90 minuti da dentro o fuori.