La Jonica deve completare il mosaico. Domenica la Coppa col Giarre

Le amichevoli con Valdinisi e Casalvecchio hanno dato buone indicazioni a mister Filoramo, ma mancano ancora tanti tasselli per affrontare la stagione con serenità
31.08.2020 12:01 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Roman Lovera
Roman Lovera

È una Jonica in totale costruzione quella che sta preparando la nuova stagione sportiva dopo il ripescaggio in Eccellenza. Una sorta di cantiere aperto nel quale mancano ancora numerosi tasselli per completare l’organico e affrontare il massimo torneo dilettantistico regionale senza particolari patemi.

Il primo innesto di alto livello sarà il centrocampista Roman Lovera, 26enne già in gruppo da una decina di giorni e in campo anche nell’amichevole disputata sabato scorso a Mili Marina con il Città di Taormina. Con lui attende l’ok anche l’esterno del 2002 Antonio Esposito che garantirà spensieratezza e dinamismo al reparto d’attacco, laddove si sta mettendo in luce il 2003 Simone De Clò che in stagione dovrebbe agire in pianta stabile in prima squadra. Sul fronte difensivo, invece, in via di definizione la trattativa con l’ex Rosolini Samuele Giuffrida.

Gli allenamenti condivisi del fine settimana, intanto, hanno dato buone indicazioni a mister Filoramo: 2-2 nel primo match con il Valdinisi (reti di Smiroldo e Ortiz), 7-3 con il Casalvecchio Siculo, formazione che prenderà parte al prossimo torneo di Prima Categoria. Reti santateresine siglate da Puglisi, ancora Ortiz e Smiroldo (doppietta per lui), Esposito, Branca e Pellizzeri. Trame di gioco interessanti quelle fatte vedere a tratti dalla Jonica che domenica prossima debutterà ufficialmente in stagione affrontando, nel primo turno di Coppa Italia, il quotato Giarre.

Oggi alle 17,30, infine, scatta la preparazione del settore giovanile al Centro polifunzionale San Francesco di Paola. Lo staff tecnico ha sviluppato, per le varie squadre che prenderanno parte ai campionati regionali, un percorso formativo che porterà a una crescita progressiva sotto i profili sportivi e agonistici. “Dare certezza e concretezza - scrive la Jonica - sarà l’obiettivo comune di tutta la società. Un percorso che dura già da diversi anni e che ha dato prospettive positive sotto ogni aspetto a tanti ragazzi, ma senza mai perdere di vista la meta ultima, che è quella del divertimento comune e della crescita umana, sociale e poi sportivo-agonistica”.