La storia giallorossa in uno sponsor: l'addio a Natale Ceraolo

E' scomparso oggi il titolare dell'azienda Porte Imic, Natale Ceraolo, che negli anni '80 si è legato al Messina. Nelle ultime stagioni ha sostenuto il Rocca: il ricordo del dirigente Belvedere
07.04.2020 14:46 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Rocca 1986
Rocca 1986

Il ricordo principale è legato a quel marchio inconfondibile sulle maglie del Messina di fine anni ’80. Nelle ultime stagioni, invece, è rimasto in provincia e ha sostenuto il Rocca di Capri Leone. Oggi, però, la notizia più triste è proprio l’addio a Natale Ceraolo, il più grande di quattro fratelli e titolare dell’azienda Porte Imic, fondata nel 1956 con sede a Torrenova.

A ricordarlo non è solo la città di Messina, ma tutta la provincia, legata a una famiglia che è sempre stata presente sul territorio e, oltre al giallorosso e al biancoazzurro, ha “collezionato” una serie importanti di partnership nel mondo sportivo: “La sua storia è legata al Messina, anche se trent’anni fa. Un personaggio importante dell’imprenditoria”, ha sottolineato Domenico Belvedere, dirigente del Rocca, che lo ha ricordato con affetto: “L'Usd Rocca di Capri Leone - è la nota del club - in tutte le sue componenti si stringe con grande commozione alla famiglia Ceraolo per la dolorosa perdita del sig. Natale. Non potergli dare l'ultimo saluto per via delle norme anti coronavirus attualmente vigenti ci rende ancora più tristi”.

Un momento reso ancora più difficile, ma la memoria regala comunque affettuosi aneddoti: “Partner storico della nostra società. Sono profondamente dispiaciuto – ha aggiunto Belvedere -. Quando entravo nel suo ufficio vedevo le foto del Messina o con Totò Schillaci, che spesso passava a trovarli, e fanno capire il forte legame tra l’azienda e il Messina. Belle pagine di storia sportiva, ma è stato anche sponsor di tante realtà nazionali. Una bravissima persona”.

A più riprese, dagli anni ’80 ad oggi, è stato, come famiglia e impresa, al fianco del Rocca: “Avevo un bel rapporto con lui e con tutta la sua famiglia – ha concluso il dirigente biancoazzurro -. Lo conoscevo da tanto tempo e negli ultimi quattro anni è tornato a sposare il nostro progetto”.

La redazione di Messina nel pallone si unisce al dolore della famiglia e porge le più sentite condoglianze