È cambiato il programma dell’Acr Messina che, rispetto ad altre trasferte, è partito con un giorno d’anticipo (ieri pomeriggio) per raggiungere Vallo della Lucania, dove domani sarà impegnato nel match d’alta classifica contro la Gelbison, seconda forza del torneo. “È una squadra ben allenata e organizzata, equilibrata nelle due fasi e con buone individualità. Non la considera una sorpresa, perché ha grandi giocatori che hanno militato anche tra i professionisti e meritatamente si trova in alto”, ha dichiarato il tecnico dei giallorossi, Raffaele Novelli, che, dopo aver superato gli ultimi due scontri al vertice contro Acireale e Fc Messina, punta a ripetersi anche in Campania: “Noi dobbiamo giocare sempre con le nostre idee e, anzi, migliorare intensità, compattezza, solidità e aggressività, tenendo sempre in conto il valore dell’avversario. Abbiamo le nostre qualità da evidenziare, giocando un calcio più veloce e propositivo. Abbiamo vinto un derby ma deve essere un lontano ricordo, il presente è diverso e se non vogliamo soffrire dobbiamo avere una reattività mentale veloce per pensare partita dopo partita”.

Tutti a disposizione di mister Novelli, ad eccezione di Arcidiacono, che non ha recuperato dall’infortunio di domenica scorsa e, quindi, si profila l’inserimento dal primo minuto di Cristiani, con Vacca e Aliperta a centrocampo, mente Cretella dovrebbe prendere il posto proprio di Arcidiacono nel tridente offensivo con Foggia e Addessi. Una formazione che, quindi, rispecchia quella che nelle ultime settimane ha dato maggiori garanzie e che, al “Morra”, dovrà confrontarsi anche con un campo più piccolo: “Le dimensioni sono diversi ma se saremo bravi a giocare a uno e due tocchi allora troveremo qualcosa di importante. Dipende dalla nostra testa – ha concluso l’allenatore giallorosso - e dal nostro modo di interpretare la partita. Tutte le partite possono essere importanti, lo sono state le precedenti e lo saranno quelle future”.

Sezione: Acr Messina / Data: Sab 27 marzo 2021 alle 09:06
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print