Raffaele Novelli, alla vigilia del match contro l’Acireale, sembra essere già con la mente alle 14.30 di domani sulla panchina ospite dell’ “Aci e Galatea”: “Non dobbiamo pensare ad eventuali difficoltà dei nostri avversari o alle loro assenze, ma abbiamo l’obbligo di dare continuità al nostro processo di crescita indipendentemente da chi abbiamo di fronte. Sappiamo che l’Acireale è una buona squadra, con elementi anche di categoria superiore, ma questo non deve influire sulla nostra determinazione e rabbia da mettere sul campo in ogni partita. Le risposte ai progressi le vedremo domani da come leggeremo, interpreteremo alcune situazioni di gioco, agendo di conseguenza, adattandoci a quanto avviene all’interno dei 90 minuti, con la testa libera, concentrati e con la giusta spensieratezza per cercare la giocata determinante in ogni istante. In questo campionato tutte le partite sono difficili e, andando avanti, saranno tutte impegnative, da affrontare con fame, cattiveria e mentalità adeguate.”

I granata, che in settimana hanno visto l’avvicendarsi in panchina di Pagana con De Sanzo, hanno avuto fin qui, un rendimento impressionante in casa, pareggiando solo un match e vincendo tutti gli altri: “Fino ad oggi - continua Novelli - abbiamo incontrato squadre che hanno fatto la partita ed altre che ci hanno aspettato, dipende da noi capire che tipo di gara stiamo affrontando, tenendo in memoria il lavoro settimanale, ma agendo con i tempi e le modalità giuste, bisogna, come dico sempre, leggere bene le due fasi di gioco, con consapevolezza ed autodeterminazione. Sappiamo il valore dell’Acireale, all’andata abbiamo fatto una ottima prestazione, ma domani sarà una storia diversa ed è importante essere noi stessi, riducendo i margini di errore e crescendo in vista del futuro. Questo torneo è ancora lungo, anche se vincessimo non elimineremmo una contendente al primato, ma sarebbe solo un passo nei nostri progressi, senza guardare la classifica, per non creare illusioni. Siamo una buona squadra, dobbiamo vivere di lavoro, qualità, umiltà e consapevolezza delle nostre forze, mantenendo sempre l’equilibrio.”

Dopo la partita di domani, il Messina osserverà la sosta prevista dal calendario: “Sarà l’occasione – afferma Novelli per poterci dedicare ad alcuni aspetti particolari del lavoro settimanale che abbiamo curato di meno a seguito degli impegni ravvicinati. E’ logico che giocare ogni domenica dà regolarità, ma vedremo di trarre il meglio dal fatto di restare fermi, mentre altre squadre giocheranno i recuperi, così ci troveremo pronti per la prossima giornata. Intanto, pensiamo a domani, ho tutta la rosa disponibile e, nelle ore immediatamente precedenti alla partita, deciderò chi mettere in campo”.

L’allenatore giallorosso, al di là delle dichiarazioni prima di lasciare Messina nel pomeriggio con destinazione Acireale, pur considerando questa gara come una tappa importante, ma non determinante nel cammino stagionale, porterà con sé tutti gli effettivi a propria disposizione e non i soliti venti convocati per le gare in trasferta.

Ecco, quindi, i 28 uomini tra cui scegliere titolari e riserve, domani pomeriggio (Inizio ore 14.30, terna arbitrale composta dal signor Aleksandar Djurdjevic di Trieste, con assistenti Salvatore Gambino di Nocera Inferiore e Marat Ivanavich Fiore di Genova):

Portieri: Caruso, Lai, Lima

Difensori: Bellopede, Boskovic, Cascione, Daniello, Giofrè, Izzo, Lomasto, Polichetti, Sabatino

Centrocampisti: Acquadro, Aliperta, Crisci, Cristiani, Lavrendi, Manganaro, Mazzone, Saindou, Vacca

Attaccanti: Addessi, Arcidiacono, Bollino, Cretella, Foggia, Garofalo, Manfrellotti

Probabile formazione: Caruso; Cascione, Lomasto, Sabatino, Giofrè; Vacca, Aliperta, Cristiani; Addessi, Foggia, Cretella.

Sezione: Acr Messina / Data: Sab 06 marzo 2021 alle 17:17
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print