Ex Messina: Rosafio in grande spolvero, si rivede Stefani

Nonostante la sconfitta casalinga del Cittadella, ottima la prestazione di Rosafio. Nel Pordenone, vittorioso ad Ascoli, si rivede Mirko Stefani
03.11.2020 12:00 di Marco Boncoddo Twitter:    Vedi letture
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Ex Messina: Rosafio in grande spolvero, si rivede Stefani

Lo scorso weekend calcistico, falcidiato dai rinvii causa covid-19, ha regalato qualche piccolo sorriso agli ex giallorossi impegnati in B ed in C. Degna di nota, nonostante la sconfitta casalinga del Cittadella, la prova di Marco Rosafio (voto 6,5), ormai titolare inamovibile nello schieramento dei veneti. Dopo il doppio vantaggio dei brianzoli, infatti, è proprio l’ex peloritano a servire l’assist per Ghiringhelli che, al 27’, riapre la partita. Rosafio si rende pericoloso in almeno altre due occasioni, prima di essere sostituito, a sorpresa, al 67’. Il risultato, però, non cambierà più, regalando la vittoria al Monza per 1-2. Chance da titolare anche per Amato Ciciretti (voto 6), nella sfida casalinga del suo Chievo contro il Cosenza. El gordo, nei 66’ in cui rimane in campo, mostra qualche sprazzo della vecchia classe, impensierendo la difesa calabrese. In debito d’ossigeno, lascia il posto a Canotto sul risultato di 1-0. A pochi minuti dal termine, Garritano sigla il 2-0, consegnando tre punti preziosi ai clivensi.

Ottimo risultato, in quel di Brescia, per l’Entella di Crimi (voto 6) e Brunori (voto 5). I liguri, infatti, acciuffano la sfida al 93’, portando il risultato sul 2-2. Ampiamente sufficiente, come sempre, la prova del centrocampista peloritano, capace di abbinare la qualità all’immensa quantità in mezzo al campo. Scialba, invece, la partita dell’attaccante italo-brasiliano, “impegnato” in uno strano nascondino scientifico: i compagni, infatti, non lo trovano quasi mai, celato dietro le maglie della difesa delle rondinelle. Al 55’, com’era prevedibile, mister Tedino preferisce mandarlo sotto la doccia. Si rivede, sul campo dell’Ascoli, il centrale difensivo Mirko Stefani (voto 6), al Messina nella stagione 2014/15: al 71’, sul risultato di 0-1 per il Pordenone, Attilio Tesser decide di sfruttare la sua esperienza per mantenere il gol di vantaggio. Alla fine, i ramarri riusciranno a portare a casa una vittoria fondamentale. Solo sette minuti, invece, per Dionisi (voto 6,5), nella sfida casalinga del Frosinone contro la Cremonese. Niente di più che uno scampolo di gara, nel quale l’attaccante ciociaro riesce a colpire la traversa dopo un’azione insistita condotta in solitaria. Il suo tiro, nel quale aveva riversato la frustrazione per le poche chance concesse dal suo allenatore, si spegne sul montante.

Si rivede, nel girone meridionale della terza serie, Nicolas Izzillo. L’ex fantasista del Messina, quest’anno in forza alla Casertana, timbra il cartellino nella sfida persa in casa con la Turris per 2-4. Nel girone A, infine, ancora a segno Filippo Scardina, nella gara persa dalla Pergolettese sul difficile campo del Livorno.