Un 3-1 completato soltanto in pieno recupero, ma una vittoria importante per il Football Club Messina, che oggi al "Franco Scoglio" ha superato il Biancavilla e continua l'inseguimento alla capolista Acr Messina. Il tecnico Costantino è soddisfatto per i tre punti e per aver battuto una squadra non semplice da affrontare: "Bisogna essere onesti, bisognava vincere in qualsiasi modo. Purtroppo o fortunatamente sappiamo vincere solo così, quindi chi viene a vederci sa che deve soffrire con noi. Voi dovete soffrire con noi. Il Biancavilla è quinto, ha dimostrato di essere una buona squadra e lo sapevamo. Peccato non ci possa essere pubblico perché si sarebbero divertiti nelle nostre partite casalinghe". Tanti i complimenti ai suoi ragazzi, soprattutto per l'atteggiamento dimostrato, nonostante i tanti gol soltanto sfiorati e le occasioni sprecate: "Partita da chiudere a inizio ripresa? Possiamo dirlo, ma non è andata così. Vedendola da un altro lato, però, è uscita la voglia di vincere dei ragazzi, fantastica. La sofferenza, che comunque in questo caso per me non è una cosa negativa. Vero che non la abbiamo chiuso, che abbiamo sbagliato diverse occasioni da rete, però sono davvero contento perché quando i ragazzi ci mettono l'anima, il cuore, alla fine usciamo sempre contenti, qualsiasi sia il risultato. Poi è normale che inseguire è difficile, ma dobbiamo tentare fino alla fine. Oggi sono molto felice perché ci siamo espressi come sappiamo, sarei stato più contento se avessimo segnato anche le altre occasioni ma va bene così".

Partita importante per Cangemi, verso cui il tecnico dimostra fiducia: "Ogni ragazzo ha i suoi tempi di maturazione. Cangemi ha lavorato sodo, ha capito alcune cose, è andato in campo con piena fiducia. Era il momento giusto e credo di aver fatto il bene nostro e del ragazzo". A fine primo tempo i risultati avrebbero premiato il Football Club, visto il contemporaneo (e momentaneo) vantaggio del Paternò contro l'Acr Messina. Costantino ci scherza su: "Speravo finisse tutto nel rpimo tempo, magari saremmo stati più sorridenti e tranquilli. Al di là delle battute penso che adesso abbiamo la gara di domenica, una partita in cui non possiamo pensare a nulla se non a vincere e giochiamo contro una squadra che oggi ha venduto cara la pelle. Dobbiamo tenere la concentrazione altissima e giocarci questo jolly che abbiamo, poi il resto si vedrà".

Rianalizzando il match, l'allenatore dei messinesi continua a fare i complimenti ai suoi, da Bianco agli autori dei gol e non solo: "Campo pesante oggi. Bianco è entrato e ha fatto bene, ha dato un'ottima mano e bisognava anche rincorrere. Il gol del 3-1 l'abbiamo fatto alla fine e Bianco fresco mi dava questa possibilità, di maggiore corsa. Il problema dei cinque under non esiste, avrei dovuto togliere un attaccante e non volevo. Preferivo tenere palla avanti con Paolo e Gianmarco, è stata una scelta tecnica non un discorso di under. Alessandro Arena e Ciccio Lodi hanno fatto una grandissima partita, ma voglio sottolineare la prova della squadra. Dico Agnelli su tutti: non è importante soltanto la rifinitura, io da tecnico vedo la grande partita sua, di Marchetti, di Ricossa, di Fissore, degli attaccanti e di chi è entrato e ha fatto bene. Oggi è vero che gli altri hanno vinto ma andiamo a casa contenti per quello che abbiamo fatto".

La rete subita, però, ha tenuto in apprensione per lunghi tratti di gara la squadra di casa. E ancora una volta è arrivata da palla inattiva: "Il gol subito? Se no le partite finiscono troppo presto. Ogni tanto dobbiamo anche lottare e correre, è successo, gli avversari son bravi, ma ora non mi preoccupa. Bisogna dare continuità fuori casa? Nelle ultime gare abbiamo fatto sette vittorie, tre pareggi e una sconfitta. E dovevano essere tre vittorie, sapete bene quali sono e come sono stati. Sicuramente è colpa nostra, dovevamo essere più cinici, però adesso ci giochiamo tutto nelle prossime gare in trasferta, sono d'accordo".

Adesso l'FC Messina non si fermerà e avrà modo, nel prossimo weekend, di recuperare il match contro il Roccella. Su questo, sul possibile ritorno di Caballero e sui rinvii che ancora si accumulano, il tecnico si è espresso così: "Martedì Caballero dovrebbe aggregarsi alla squadra, lo testeremo ed eventualmente potrebbe essere arruolabile. Il torneo finirà, magari in ritardo, ma finirà. Penso che la LND stia lavorando molto bene, noi facciamo tamponi ogni settimana, siamo abbastanza controllati e responsabile. I rinvii sono cose che succedono ed è ormai messo in preventivo".

Sezione: Fc Messina / Data: Dom 18 aprile 2021 alle 18:32
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print