Il Città di S.Agata lavora a pieno ritmo: novità in tutti i reparti

Il club biancoazzurro conferma Costa e ha ormai chiuso con Cassaro, ma lavora anche per il difensore Simone Brugaletta, il portiere Sebastiano Paterniti e il ritorno dell'attaccante Ninni Carrello
07.07.2020 09:04 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Ninni Carrello
Ninni Carrello

Il mercato estivo del Città di S.Agata è in pieno fermento in attesa che le prime ufficializzazioni prendano corpo. Da considerare praticamente chiusa la trattativa per il difensore Riccardo Cassaro, ex Licata e Acr Messina che, ormai, è a un passo dalla squadra di mister Pasquale Ferrara.

Non è l’unico elemento che sembra vicino alla maglia biancoazzurra e il colpo a sorpresa sarebbe in realtà un ritorno: per l’attacco si pensa al giovane Ninni Carrello che, a Sant’Agata, ha lasciato un ottimo ricordo. Con il classe 1998, infatti, l’allora squadra di Salvatore Cambria nel 2017 vinse il lungo testa a testa con il Torregrotta e approdò in Eccellenza grazie proprio al bomber originario di Capo d’Orlando che, nelle ultime stagioni, ha giocato con il Rocca e con l’Acquedolci, proprio quest’anno promosso in Eccellenza.

Per Carrello, autore di 23 gol in Promozione, sarebbe un’importante occasione in Serie D dopo la prima e poco positiva esperienza alla Folgore Caratese.
La trattativa per riportare l’attaccante in biancoazzurro sarebbe già ben avviata, ma la società punta anche su altri giocatori per rinforzare i vari reparti. Si segue sempre la pista del difensore Simone Brugaletta, classe 1994, ma anche quella dell’esterno Francesco Barbera, classe 2001 che nelle ultime stagioni ha indossato la maglia dell’Acr Messina ed era stato cercato già nel corso dell’ultimo campionato.

Va verso la conferma Peppe Costa, che era stato accostato al Giarre, mentre per la porta l’idea è quella di Sebastiano Paterniti: l’estremo difensore classe 1989, che ha disputato l’ultimo torneo di Eccellenza con l’Akragas, sarebbe già stato contattato e la trattativa potrebbe avere importanti sviluppi. Il portiere si sarebbe detto disponibile a riavvicinarsi a casa e disputare nuovamente la Serie D (in precedenza con Milazzo, Due Torri e Città di Messina) anche per aiutare nella crescita, in caso di riconferma, lo juniores Alessandro Ruggiero, classe 2002.