Gianluca Esposito, tecnico del Santa Maria Cilento, è soddisfatto del pari conquistato al “Franco Scoglio” contro l’Acr Messina: “Abbiamo fatto la partita che abbiamo preparato, devo fare i complimenti ai ragazzi. Non si può pensare di venire in casa della prima in classifica e dominare il gioco. Si fa una partita di sofferenza, in alcuni frangenti abbiamo fatto meglio noi, in altri abbiamo sofferto tanto ma ho visto quasi tutte le partite dell’Acr e soprattutto in casa è una squadra che costruisce molte occasioni da gol e per bravura nostra ne ha costruito qualcuna in meno”.

Per i campani un buon punto e, se da un lato, Maggio ha sprecato due buone occasioni, dall’altro il portiere Polverino è stato decisivo: “Abbiamo costruito 3-4 occasioni, due nitide ed è il massimo che si può fare, ma se sei fortunato a concretizzarne almeno una, mentre le occasioni che concedi, tra bravura del nostro portiere e imprecisioni avversari, la palla non finisce in porta vinci la partita. Saremmo stati presuntuosi a pensare di dominare la partita”.

Un piccolo passo verso la salvezza per il Santa Maria Cilento, anche se come le squadre impegnate nella zona bassa attendono che la Lega definisce le modalità dei playout: “Intanto cerchiamo di lasciarci 6-7 squadre dietro per metterci al riparo da ogni decisione. È una situazione anomala in cui si partecipa a un gioco e non si sanno le regole, ma non dipende da noi e non possiamo farci niente”, ha continuato mister Esposito, espulso nel finale per aver lanciato un pallone in campo: “Non ho intenzione di perdere tempo perché non ho preso il pallone e l’ho tenuto o lanciato lontano, ma l’ho ributtato in campo. Per perdere quel secondo e secondo me l’arbitro è stato abbastanza pignolo, si è fatto prendere dal momento. Ha deciso così e accettiamo questa decisione”.

Soddisfatto anche il capitano Francesco Campanella: "Abbiamo fatto un'ottima di partita di carattere e concentrazione contro una squadra che sta meritando la posizione in classifica. Siamo contenti del risultato ma non ci dobbiamo accontentare e far epiù punti possibile per salvarci. Un punto che vale più per il morale che per la classifica. C'è rammarico per qualche punto perso in passato ma ci concentriamo per il rush finale e dobbiamo mettere la stessa cattiveria di oggi, perchè venire in questo stadio è facile trovare gli stimoli ma dobbiamo metterli in campo ogni domenica". 
Un buon risultato anche perchè arrivato senza subire gol: "Era un obiettivo, perchè venivamo da una striscia di partite in cui prendevamo sempre gol ed è una soddisfazione anche per noi difensori".

Sezione: Avversarie / Data: Dom 09 maggio 2021 alle 21:28
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print